Alloggi popolari di Via Tedesco “sembrava di stare a Sanremo”

News – Rimasti senza caldaie e riscaldamenti, costretti a tamponare il freddo con una serie di stufe elettriche sparse per casa; con le infiltrazioni d’acqua causate dalla pioggia degli scorsi giorni tali che “sembrava di stare a Sanremo”, come dicono gli inquilini che ci vivono.

Siamo alle solite negli alloggi popolari di via Tedesco, dove è viva la speranza che possa trattarsi davvero dell’ultimo Natale che passeranno all’interno dei fatiscenti prefabbricati post sisma

E mentre i ritardi nella consegna dei nuovi alloggi si accumulano, durante la notte alcune persone hanno provato a forzare le porte d’ingresso delle case per tentare di occuparle o di far razzia delle caldaie all’interno; la vigilanza predisposta dal comune h24 ha scongiurato il peggio.

E’ il terzo anno consecutivo che il sindaco Festa promette di consegnare i nuovi alloggi entro Natale, ma questa potrebbe essere la volta buona. I lavori sono stati infatti completati, tranne gli accessi ai garage che saranno destinatari di un altro intervento da 150mila euro; intanto l’amministrazione pare comunque pronta a consegnare le chiavi delle case agli aventi diritto.

Gli ascensori sono stati montati, per permettere la salita anche ad anziani e disabili evitando le scalinate d’ingresso; i collaudi sono stati effettuati, mancano solo gli allacci, ma per procedere serve ancora il completamento della Scia. La documentazione è stata prodotta dagli uffici comunali, si attendono le risposte affermative dei vari enti per il via libera: se non sarà Natale, si tratterà di attendere i giorni successivi. Ma dopo 40 anni, un capitolo del psot sisma finalmente sembra pronto a chiudersi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.