Almanacco – Oggi 01 Gennaio 2022 la Chiesa ricorda e festeggia :

Maria Santissima Madre di Dio

Primo giorno dell’anno nuovo! Infatti, secondo il calendario gregoriano, l’inizio dell’anno cade il primo gennaio. Fu papa Innocenzo XII, nel 1691, a stabilirlo.

La tradizione di festeggiare il Capodanno deriva dal culto del dio Giano e si perde nei tempi, fino ad arrivare al VII secolo, quando i pagani delle Fiandre già usavano festeggiare il passaggio al nuovo anno con vari riti. Il Capodanno è una festa sia civile che religiosa, infatti è una cosiddetta “festa di precetto” (è d’obbligo la partecipazione alla celebrazione eucaristica).

ACCADDE OGGI

Il 1 gennaio 2002 L’euro entra in circolazione: In Italia e in altri undici Paesi entra in circolazione l’Euro, la moneta unica europea che nell’arco di due mesi manda in pensione le vecchie valute nazionali. Giunge così a compimento quel processo di unificazione economica-monetaria iniziato con il Trattato di Maastricht, sottoscritto nel 1993.

Nel Trattato erano stati fissati i parametri economici che ogni Stato doveva raggiungere in vista dell’adozione della moneta unica.

 La nuova valuta vede l’emissione di otto monete metalliche (si va da 1 centesimo a 2 euro) e sette banconote di diverso valore (da 5 a 500 euro). Le prime, che alternano i colori rame, oro e argento/oro, hanno un lato comune e l’altro che ritrae personalità illustri, monumenti e opere d’arte dei rispettivi paesi (per le monete italiane si va dal Colosseo impresso sui 5 centesimi all’immagine di Dante Alighieri sui 2 euro).

Le banconote, invece, hanno un aspetto uniforme in tutti i contesti e variano nel colore e nelle dimensioni a seconda del taglio; il tratto comune è legato al disegno che rappresenta l’architettura europea in vari periodi storici, richiamata sul fronte da finestre o passaggi, sul retro da ponti che simboleggiano i collegamenti tra gli Stati dell’Unione. A differenza delle vecchie banconote, queste non sono in carta semplice, bensì in puro cotone, aspetto che le rende più resistenti e difficili da falsificare.

In Italia dopo 140 anni di storia, iniziata all’indomani della conquista dell’Unità, la Lira perde il suo primato fino al definitivo pensionamento del 28 febbraio 2002 (termine che fa cessare il suo corso legale Da questo momento gli italiani non possono più utilizzarla per i pagamenti, ma hanno dieci anni di tempo (29 febbraio 2012) per andarla a cambiare alla Banca d’Italia.

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel  1923 –  una delle Attrice tra le più rinomate del panorama teatrale e cinematografico internazionale, Valentina Cortese 

Nel  1863 il più insigne promotore dei valori educativi dello sport – Pierre de Coubertin 

AFORISMA DEL GIORNO

L’amicizia è più tragica dell’amore perché dura più a lungo.” Oscar Wilde

Cade il 1º gennaio di ogni anno La Giornata mondiale della pace  una ricorrenza, celebrata dalla Chiesa cattolica, Scopo della Giornata è dedicare il giorno di Capodanno alla riflessione ed alla preghiera per la pace. La ricorrenza è stata istituita da papa Paolo VI con un messaggio datato 8 dicembre 1967ed è stata celebrata per la prima volta il 1º gennaio 1968.Da quell’anno il Pontefice della Chiesa cattolica invia ai capi delle nazioni e a tutti gli uomini di buona volontà  un messaggio che invita alla riflessione sul tema della pace.

5 COSE CHE FORSE NON SAI

L’ usanza di usare biancheria intima rossa, è parte della nostra tradizione ma la sua origine pare si debba all’antica Cina. Il rosso, infatti, per il folclore orientale è il colore che spaventa Niàn, mostro divoratore di uomini che il primo dell’anno esce – dice la leggenda – dagli abissi marini.

Tra i riti propiziatori di Capodanno c’è quello del bacio sotto un rametto di vischio allo scoccare della mezzanotte

Il melograno (o melograna) frutto per eccellenza del primo dell’anno. Viene mangiato perché  fin dall’Antica Grecia erano un simbolo di ricchezza e fertilità.

le famiglie giapponesi vanno si nei templi per bere sakè ed ascoltare 108 colpi di gong che annunciano l’arrivo del nuovo anno. Tradizionalmente Il numero è legato al numero di peccati che un uomo può compiere durante un anno e che vengono cancellati con l’avvento del nuovo. 

L’usanza di salutare l’anno nuovo con un tuffo nel Tevere risale a Rick De Sonay, italo-belga che nel 1946 si gettò nel fiume in costume da bagno e cappello a cilindro! Al termine dell’impresa, ripetuta per molti anni, faceva segno con la mano di stare bene, cosa che gli valse il soprannome di Mr. Ok.

fonti: http://www.mondi.it/almanacco; https://curiositadalmondo.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.