Almanacco – Oggi 02 Dicembre 2021 si festeggia: Santa Bibiana, San Silverio e San Cromazio

ACCADDE OGGI

Nel 1942 Enrico Fermi innesca la prima reazione nucleare a catena: «Il navigatore italiano è appena sbarcato nel nuovo mondo»: con questo messaggio in codice viene comunicata al presidente degli Stati Uniti d’America, Roosevelt, la riuscita dell’esperimento sulla prima reazione nucleare a catena controllata. È l’inizio dell’era nucleare.

Il test, condotto sotto le tribune di un vecchio stadio dell’Università di Chicago, vede nel ruolo di guida il celebre scienziato italiano  Fermi, premiato nel 1938 con il Nobel per la Fisica per i suoi studi sulla radioattività e le reazioni nucleari.

È lui, in collaborazione con il collega ungherese Leó Szilárd, a progettare la pila atomica C.P.1 (che stava per “Chicago Pile Number One”), con cui viene portato a termine l’esperimento. Larga 7.5 m e alta 5.8 m e formata da una serie di mattonelle di grafite (ognuna con un “cuore” di uranio), la pila rappresenta il primo esempio di reattore artificiale a fissione nucleare al mondo.

Il successo dell’esperimento del 2 dicembre 1942 spianerà, purtroppo, la strada al famigerato Progetto Manhattan sulla costruzione delle prime bombe atomiche. E ciò in parte offuscherà il valore scientifico dell’esperimento di Fermi, al quale verrà intitolato il dipartimento di fisica della Università di Chicago.

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel 1923 – la Divina come fu appellata la cantante  Maria Callas  nel 1946

lo stilista Gianni Versace,  nel 1981 la “principessa del pop” Britney Spears 

AFORISMA DEL GIORNO

Non arrenderti. Rischieresti di farlo un’ora prima del miracolo.
(Proverbio arabo)

Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù

per ricordare il 2 dicembre 1949, data di approvazione da parte dell’Assemblea generale della Convenzione delle Nazioni Unite per la repressione del traffico di persone e dello sfruttamento della prostituzione . La Carta dei diritti dell’uomo all’articolo 5 vieta espressamente la tratta degli esseri umani. Ciò nonostante, secondo fonti europarlamentari, essa è oggi particolarmente attiva, coinvolgendo ogni anno 700.000 persone. A dicembre 2009, si parlava di 27 milioni di poveri, migranti e donne nel mondo vittime del fenomeno. A condurre questo traffico internazionale sono prevalentemente organizzazione criminali transnazionali. Per questo l’ONU ha posto un’attenzione particolare al problema ed ha siglato una convenzione apposita

5 COSE CHE FORSE NON SAI

Il primo videoregistratore è stato realizzato da Sony nel 1970. L’azienda ha permesso per la prima volta un modo per registrare i propri programmi televisivi preferiti. Tuttavia, Sony è stata citata in giudizio dagli studi cinematografici per pirateria del copyright.

Nelle società neolitiche (8000 a. C. – 3000 a. C.), i primi scambi avvenivano col baratto: io ti do una gallina, tu mi dai una pecora, senza dover attribuire un valore esatto agli oggetti. Ma dall’epoca degli antichi Imperi orientali (3000 a. C.), con il progressivo specializzarsi dell’economia si sentì il bisogno di creare unità di scambio uguali per tutti. Le più usate, in Occidente, furono il tè, il bestiame e il sale, col quale secoli dopo sarebbero stati pagati i soldati romani

Mettere da parte i tuoi risparmi su un conto corrente al sicuro in banca non è in realtà così sicuro, neanche se dovessi tenere fino a € 100.000 per coprirti dal rischio di fallimento dell’istituto. Motivo? Bloccherai il valore nominale ma l’inflazione farà il suo corso svalutando i tuoi poveri risparmi.

Pier Paolo Pasolini E’ uno dei più grandi autori del Neorealismo italiano, maoltre che scrittore, fu anche regista cinematografico. Pochi lo sanno, ma collaborò con importanti registi, tra cui Fellini

È grazie ai mari e agli oceani che possiamo respirare: tutti sanno che le piante producono ossigeno; tuttavia, il 70% dell’ossigeno presente nell’atmosfera non è prodotto dalle piante terrestri, ma dalle alghe e dal fitoplancton.

fonti: http://www.mondi.it/almanacco; https://curiositadalmondo.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.