Almanacco – 03 Marzo la chiesa ricorda e festeggia

Beato Innocenzo , Santa Cunegonda  e San Marino di Cesarea

ACCADDE OGGI

Sabato 3 marzo 1923 

Primo numero della rivista Time: Nell’America degli anni Venti la stampa fu investita dal boom dei periodici illustrati e d’attualità che guardavano agli esempi della vecchia Inghilterra. Il TIME inaugurò questa stagione parlando dei fatti attraverso i volti dei protagonisti, arrivando così a fare la storia del XX secolo fino ai giorni nostri. La rivista, lanciata nelle edicole il 3 marzo 1923, venne fondata quasi per gioco da due studenti di Yale, Henry Luce e Briton Hadden. Intenzionati a chiamarla inizialmente Facts, i due, già colleghi al Yale Daily News, non nutrivano grandi aspettative dal loro progetto. Tuttavia già dal primo numero avevano conferito al giornale alcuni aspetti identitari, su tutti l’immagine di copertina riservata a un personaggio pubblico.

Sul numero d’esordio toccò a Joseph G. Cannon (presidente della Camera dei rappresentanti degli USA dal 1903 al 1911 e tra i politici più influenti della storia americana) inaugurare la serie di volti noti, locali e non, che aprivano le notizie della settimana. Sfruttando la risonanza che offrivano altri media come la radio e il cinema, TIME aumentò la sua popolarità toccando gli altri continenti.

Di conseguenza apparve necessario aprire altre sedi per altrettante edizioni della rivista, da destinare al pubblico europeo (unitamente a quello africano e dell’America Latina), asiatico e del Sud del Pacifico (per Australia e Nuova Zelanda). Pubblicato a New York City, TIME è attualmente il più diffuso settimanale al mondo (26 milioni di lettori in totale, di cui 20 milioni solo negli USA) ed è tra i più autorevoli della stampa internazionale

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel  1977 l’artista pop di caratura internazionale: Ronan Keating 

Nel  1956 il comico Francesco Paolantoni

AFORISMA DEL GIORNO

“Ciò che c’è di pericoloso nell’amore è il fatto che è delitto nel quale non si può fare a meno di un complice.” -Charles Baudelaire

La Giornata Mondiale della fauna selvatica, è stata celebrata per la prima volta in tutto il mondo nel 2014 per ricordare la più importante convenzione internazionale sul commercio di specie in via di estinzione, è un’opportunità per la comunità internazionale per celebrare il mondo vegetale e animale proprio in un momento in cui si raddoppiano gli sforzi per proteggerli, dichiara il WWF che accoglie con favore i recenti traguardi raggiunti nella Conferenza di Londra in merito al contrasto del commercio illegale. Il WWF ricorda però quanto ci sia ancora da fare in vista di un futuro in cui le persone possano realmente vivere in armonia con la natura

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha indetto la celebrazione del 3 marzo per sensibilizzare sul Valore Natura, ovvero, quanto specie animali e vegetali selvatici contribuiscono allo sviluppo sostenibile e al benessere umano. La giornata, che segna la firma della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche in via di estinzione (CITES ) nel 1973, sottolinea anche l’urgenza di combattere i crimini contro la fauna selvatica, a partire dai massacri di elefanti, rinoceronti, tigri.

5 COSE CHE FORSE NON SAI

La banana è leggermente radioattiva

A causa del loro alto contenuto di potassio, le banane sono leggermente più radioattive di altri tipi di frutta.

“L’odore di un vecchio libro” è prodotto dalla rottura di due componenti chimici in carta, cellulosa e lignina

La fragola è infatti è un falso frutto che appartiene ai frutticidi.

Fra gli antichi romani c’erano tre tipi di bacio: l’osculum (dato ai familiari), il basium (bacio d’amore) e il savium (bacio della libidine e delle prostitute).

fonti: http://www.mondi.it/; https://curiositadalmondo.it/

https://t.me/Almancco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.