Almanacco – Oggi 11 novembre 2021 si festeggia

San Martino di Tours,  San Menna d’Egitto e  San Verano di Vence

ACCADDE OGGI

Nel 1983Nasce il virus informatico: Un click, si apre un’email, si scarica un programma e la frittata è fatta! In poco tempo il virus s’impossessa del PC e lo sottrae completamente al controllo dell’utente.
Durante un corso di sicurezza informatica, uno studente di Ingegneria, Fred Cohen, dimostrò gli effetti di un virus, propagato attraverso un floppy disk, su un programma di grafica denominato VD.

In pochi minuti, il software maligno infettò ogni angolo del pc riproducendosi all’infinito e mandando completamente in tilt il sistema

Oggi il virus può assumere molteplici forme (spywaretrojan e dialer) nascondendosi subdolamente in email dall’oggetto accattivante e ingannevole costruite per distruggere o rubare dati sensibili come codici pin, password, conti correnti, etc.

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel 1974 l’attore hollywoodiano Leonardo di Caprio, nel 1972 la show girl Alessia Marcuzzi ,  nel 1821  il Padre nobile della letteratura occidentale, Dostoevskij, da molti considerato come lo scrittore più geniale di sempre.

AFORISMA DEL GIORNO

“Tutti i bambini sono degli artisti nati; il difficile sta nel fatto di restarlo da grandi.” Pablo Picasso

l’11 novembre  (Remembrance Day) è la giornata durante la quale, nei Paesi membri del Commonwealth, Francia e Belgio si commemora l’armistizio dell’11 novembre del 1918, che pose fine alla Prima Guerra Mondiale. Fine delle ostilità entro sei ore; ritiro dai territori occupati entro due settimane; cessione di tutte le navi da guerra e di gran parte dell’armamentario; consegna di 5.000 locomotive e 150.000 vagoni ferroviari, a titolo di risarcimento per i danni prodotti.

Questi i principali punti dell’armistizio di Compiègne, sottoscritto dai rappresentanti dell’Impero germanico e della Triplice intesa, su un vagone ferroviario, fermo in un bosco alle porte di nel nord della Francia. Fu l’atto conclusivo della Prima guerra mondiale, scoppiata il 28 luglio del 1914 con la dichiarazione di guerra dell’Austria alla Serbia, un mese dopo l’assassinio dell’arciduca Francesco Ferdinando e di sua moglie Sofia, per mano del rivoluzionario bosniaco Gavrilo Princip.

Ricordata come la grande guerra per l’estensione territoriale degli eventi bellici, il conflitto provocò il più alto numero di vittime della storia: oltre 16 milioni tra civili e militari! Ad essi vanno aggiunti i crimini di guerra perpetrati contro ebrei, armeni e belgi.

5 COSE CHE FORSE NON SAI

Nel deserto del Sahara non crescono cactus poiché queste piante sono originarie delle Americhe

Non esistono formiche grasse perché questi insetti immagazzinano cibo extra nel loro raccolto, dove può essere rapidamente vomitato se un’altra formica affamata ha bisogno di un pasto

A Brooklyn, l’arrivo dell’anno nuovo si festeggia con un rito elettrizzante e coraggioso: il tradizionale tuffo di gruppo nelle gelide acque dell’Atlantico.

La paura irrazionale di essere troppo felici perché si teme che accadrà qualcosa di tragico o brutto esiste e si chiama cherofobia

L’horror è l’unico genere cinematografico nel quale appaiono più donne che uomini nei film

fonti: http://www.mondi.it/almanacco; https://curiositadalmondo.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.