Almanacco – Il 14 febbraio la chiesa ricorda e festeggia

San Valentino (Martire)

Santi Modestino, Fiorentino e Flaviano (Martiri)

San Cirillo (Monaco, Apostolo degli Slavi)

La festa degli innamorati! Festeggiata in tutto il mondo, ha origini antiche. Si dice che risalga al IV secolo a.C.: i romani veneravano il dio Lupercus con dei riti di fertilità che consistevano nello scegliere donne e uomini che avrebbero dovuto vivere insieme in intimità per un anno. La chiesa pose fine a quest’usanza, introducendo la festa di San Valentino, come santo dell’amore! Perché proprio lui? Beh la tradizione vuole che da lui dipendano alcuni miracoli amorosi: una coppia di innamorati che il vescovo incontrò, mentre stavano litigando, fecero pace quando il santo fece volare intorno a loro decine di coppie di piccioni. Altri innamorati furono esonerati dai divieti dei genitori o da persecuzioni per merito del santo.
Da secoli, in tutto il mondo, si festeggia l’amore e la coppia il 14 febbraio, in modo romantico e scambiandosi doni!

ACCADDE OGGI

14 febbraio 1903 Inaugurato a Bari il Teatro Petruzzelli

Nel cuore del Borgo Murattiano di Bari, l’iniziativa illuminata di due cittadini, sostenuta dalle istituzioni comunali, fece sorgere uno dei teatri più grandiosi d’Europa: il Petruzzelli.

L’opera prese forma verso la fine del XIX secolo, per merito dei fratelli Onofrio e Antonio Petruzzelli, commercianti di origine triestina, che convinsero il Comune a cedergli il terreno, con l’impegno a realizzare e gestire un nuovo teatro.

Disegnato dall’ingegnere barese Angelo Messeni, l’edificio venne modellato, architettonicamente, sui migliori esempi di teatro europeo, in particolare il San Carlo di Napoli e l’Opéra di Parigi, riflettendo il gusto umbertino, diffuso all’epoca e in linea con le altre costruzioni del Borgo Murattiano.

Posta la prima pietra nel 1897, i lavori vennero portati a termine nel 1903, con un costo complessivo di 1.600.000 lire (cifra esorbitante per quegli anni). Ad inaugurare il Teatro Petruzzelli, il 14 febbraio di quell’anno, fu l’opera lirica Gli Ugonotti di Giacomo Meyerbeer.

Dopo aver ospitato illustri compositori, come Pietro Mascagni, e cantanti, su tutti Frank Sinatra e Luciano Pavarotti, nella notte tra il 26 e il 27 ottobre 1991 venne in parte distrutto da uno spaventoso incendio di origine dolosa. Ricostruito fedelmente al progetto originario, il nuovo teatro venne riaperto alla fine del 2009.

NATI IN QUESTO GIORNO

1961 – Daria Bignardi

1972 – Valerio Mastandrea 

AFORISMA DEL GIORNO

Se non ricordi che Amore t’abbia mai fatto commettere la piu’ piccola follia, allora non hai amato. William Shakespeare

5 COSE CHE FORSE NON SAI

Se pensate che le vendite di biglietti di auguri tocchino il loro picco annuo nel giorno di San Valentino siete destinati a restare delusi… Stando alle stime, infatti, Natale resta la festività dove si donano più biglietti, e il 14 febbraio si piazza solo al secondo posto.

Ogni anno, per San Valentino, vengono inviate alla città di Verona – patria degli amanti avversati dalle stelle per eccellenza, resi immortali dalla penna di William Shakespeare – oltre 1000 lettere… Il destinatario delle missive? Giulietta, naturalmente.

Il fiore preferito di Venera, la dea romana dell’amore, secondo la mitologia? La rosa rossa, chiaramente. Il suo significato nel linguaggio floreale è un forte sentimento romantico, e non è quindi una sorpresa che sia ancora oggi il fiore più gettonato per i bouquet di San Valentino.

Fino al XIV secolo, il cuore simboleggiava soltanto l’organo anatomico – che si riteneva fosse la sede della memoria umana. Fu soltanto quando gli artisti e i poeti italiani e francesi iniziarono a diffondere l’idea dell’amor cortese che il cuore divenne sinonimo di amore e romanticismo.

Gli uomini non brillano quasi mai per inventiva, quando si tratta di doni alle loro dolci metà, e i dati su San Valentino lo confermano. Stando alle statistiche, il 73% dei maschietti regala fiori il 14 febbraio.

fonti: http://www.mondi.it/; https://curiositadalmondo.it/

https://t.me/Almancco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.