Almanacco – Oggi 18 Gennaio 2022 la Chiesa ricorda e festeggia :

Santa Prisca, Santa Margherita d’Ungheria e la  Beata Beatrice II d’Este 

ACCADDE OGGI

Conferenza di Parigi: A due mesi dalla conclusione della Prima guerra mondiale, s’inaugurò con la Conferenza di Parigi una serie di trattati destinati a dare un nuovo assetto geopolitico all’Europa, con conseguenze che, pochi anni dopo, alimentarono la nascita delle dittature nazifasciste fino a scatenare il Secondo conflitto mondiale.

I lavori di Parigi, ospitati nella sala dell’orologio del Quai d’Orsay (dal 1853 sede del Ministero degli Esteri francese) furono presieduti dai paesi vincitori, ossia Francia, Gran Bretagna, Italia, Stati Uniti e Giappone. A dettare legge furono i primi quattro, rappresentati in quella sede dai rispettivi capi di governo – il presidente USA Thomas Woodrow Wilson, il primo ministro francese Georges Clemenceau, l’omologo britannico David Lloyd George e il presidente del consiglio italiano Vittorio Emanuele Orlando – e dai ministri degli esteri.

Fin dalle prime battute, prese il sopravvento la “linea dura” dei padroni di casa, intenzionati a dare un severa lezione alla Germania e a ridimensionarne fortemente l’autorità sui popoli dell’Europa centro-orientale, riuniti per oltre mezzo secolo sotto le insegne dell’Impero austro-ungarico. Contrario a questa linea il presidente Wilson che, nei suoi celebri Quattordici punti, auspicava l’avvento di una nuova era di democrazia, imperniata sui principi dell’autodecisione dei popoli e del rispetto delle nazionalità.

Alla fine prevalse l’orientamento francese di attribuire ai tedeschi tutte le responsabilità della guerra appena conclusa. Conclusioni che, con il successivo Trattato di Versailles (giugno 1919), si tradussero nell’annientamento militare ed economico della Germania, costretta a subire pesanti clausole.

Il peso politico dell’Italia a Parigi e nei successivi trattati fu marginale e le richieste avanzate, in quanto paese vincitore, furono accolte in minima parte. Dei territori della Dalmazia, rivendicati dal governo Orlando, riuscì a ottenere la città di Zara, l’isola di Làgosta e l’arcipelago di Pelagosa (Trattato di Rapallo, novembre 1920), lasciando il resto della regione al Regno dei Serbi, Croati e Sloveni.

Con il Trattato di Saint-Germain (settembre 1919), strappò all’Austria l’Alto Adige, l’Istria, l’intera Venezia Giulia, la Dalmazia settentrionale e il diritto di chiedere maggiori concessioni sul fronte coloniale.

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel 1955 l’affascinante attore  Kevin Costner 

Nel 1985 il calciatore italiano Riccardo Montolivo

AFORISMA DEL GIORNO

“Colui che è capace di sorridere quando tutto va male, è perché già ha pensato a chi dare la colpa.” -Confucio

5 COSE CHE FORSE NON SAI

Fino al 2011, in Russia la birra e tutte le bevande che non superavano il 10% di gradazione alcolica erano considerate soft drink!

Lo strumento bestseller è…l’armonica!

Gli unici due animali che possono guardarsi alle spalle sono i pappagalli e i conigli.

Originariamente, il gioco del Monopoli era rotondo.

Nell’antica Grecia lanciare una mela a qualcuno era una vera e propria dichiarazione

fonti: http://www.mondi.it/almanacco; https://curiositadalmondo.it/

Unisciti al canale Telegram: https://t.me/Almancco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.