Almanacco – 23 Aprile la chiesa ricorda e festeggia :

San Giorgio  che è il protettore di alabardieri, fabbricanti d’armi, cavalieri, cavalli, militari, scout, lebbrosi e mariti.

ACCADDE OGGI

martedì 23 aprile 1946 Brevettata la Vespa: «Non è una motocicletta, ma piuttosto una piccola vettura a due ruote». E’ solo uno dei tanti spot che accompagnò l’uscita del mezzo di trasporto, considerato un’icona dell’italianità dal Dopoguerra ad oggi. Con la Vespa nacque non solo un nuovo modo di vivere la strada ma un fenomeno di costume che varcò i confini nazionali, trovando spazio nel cinema di ogni tempo.


Fondata a Genova nel 1884 come azienda attiva nell’arredamento navale, la Piaggio era passata in quarant’anni ad occuparsi di materiale ferroviario e di aeronautica, trasferendo i propri stabilimenti a Pontedera. Quest’ultimo settore fu conservato dai due figli del fondatore Renzo Piaggio, Enrico e Armando, al momento di ereditare il gruppo nel 1938 Si decise di investire in un settore in crescita come quello motoristico, dove la concorrenza era forte per la presenza di case quali Moto GuzziGilera e Bianchi. Del progetto venne incaricato l’ingegnere Renzo Spolti, che mise a punto un veicolo alto come una bicicletta da donna e rivestito completamente da una scocca, in modo da nascondere le parti meccaniche e proteggere dagli schizzi di fango. Il prototipo, denominato MP5 Paperino, non convinse Enrico Piaggio per via del tunnel centrale che rendeva tutt’altro che agevole il montare in sella.

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel 1564 – il più illustre drammaturgoNella storia dell’umanità William Shakespeare 

nel 1928 L’enfant prodige del cinema per antonomasia – Shirley Temple

AFORISMA DEL GIORNO

Io non è che sia contrario al matrimonio, però mi pare che un uomo e una donna siano le persone meno adatte a sposarsi.” Massimo troisi

Oggi è la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, evento patrocinato dall’UNESCO al fine di promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione del copyright (il cosiddetto diritto d’autore). Il 23 aprile di ogni anno si festeggia, con numerose manifestazioni in tutto il mondo, il piacere della lettura e si valorizza il contributo che gli scrittori danno allo sviluppo della cultura e del progresso nel mondo.

La festa nacque in Catalogna ed inizialmente veniva celebrata il 7 ottobre. Successivamente fu spostata al 23 aprile facendola coincidere con il giorno dedicato a San Giorgio (patrono della Catalogna). In onore del santo, in Catalogna, è usanza che le donne ricevano in regalo dagli uomini una rosa, così divenne consuetudine che i librai omaggiassero con una rosa i clienti per ogni libro acquistato in questa data.

5 COSE CHE FORSE NON SAI

In Catalogna esiste un’usanza antica più di 400 anni secondo cui, in questo stesso giorno di San Giorgio, ogni uomo doni una rosa alla sua donna e così ancora oggi, i librai regalano una rosa per ogni libro venduto.

 La definizione di Capitale del libro viene data alle città che si distinguono per il loro impegno nell’ambito della promozione, diffusione e del sostegno dell’editoria 

Ogni giorno in America si mangiano circa 500.000 m2 di pizza 

A Lisbona c’è la libreria più antica al mondo e ancora aperta è stata inaugurata nel 1732

Il colosso di Rodi, una gigantesca statua in bronzo è stata creata nel 290 a.C. circa dallo scultore greco Carete di Lindo

fonti: http://www.mondi.it/; https://curiositadalmondo.it/

https://t.me/Almancco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.