Almanacco – Il 24 febbraio la chiesa ricorda e festeggia

San Sergio Martire,  San Modesto di Treviri (Vescovo) e Sant’Evezio 

ACCADDE OGGI

Giovedì 24 febbraio 1955

Marcellino pane e vino” al cinema: Nell’elenco delle pellicole evergreen per genitori e figli, occupa un posto speciale il bambino che aveva per famiglia un gruppo di frati e per amici l’immaginario Manuel e Gesù.

Verso la metà degli anni Cinquanta, nella Spagna franchista che dopo anni di isolamento tornava al centro dell’attenzione europea e degli USA in particolare, il cinema locale usciva da una profonda crisi legata in gran parte alla pesante censura del regime e iniziava a conoscere qualche segnale di ripresa. In quel periodo prese piede la moda degli attori bambini (tra cui Joselito, Marisol, Rocío Dúrcal), catapultati in tenera età sul grande schermo e destinati ad un immediato e, in molti casi, effimero successo.

Il primo, e quello che ottenne maggior fama oltre i confini nazionali, fu il madrileno Pablito Calvo, che a soli sei anni si trovò a debuttare al cinema nel ruolo di primo attore. Il piccolo fu scelto dal regista ungherese Ladislao Vajda per vestire i panni del protagonista di Marcelino Pan y Vino,
La storia nasce da una leggenda legata alla vita di San Marcellino, molto popolare in Spagna, che all’inizio del film viene raccontata da un frate francescano a una bambina gravemente malata, mentre tutto il paese si reca al convento per onorare il Santo. Finite le ostilità tra Spagna e Francia, un gruppo di frati decide di recuperare un vecchio castello per farne un convento francescano.

Una mattina davanti all’ingresso dell’edificio i frati trovano una cesta con un bambino che, dopo aver cercato invano di affidare a una famiglia, decidono di allevare da soli dandogli il nome del santo del giorno in cui era stato ritrovato: Marcellino. Il bimbo cresce e non avendo altri coetanei con cui giocare, si crea un amico immaginario che chiama Manuel. La sua spensierata e frenetica quotidianità lo porta per caso a un incontro che si rivelerà straordinario.

Nella soffitta, affisso alla parete c’è un crocifisso a grandezza naturale, al quale il piccolo decide di portare acqua e vino pensando così di alleviarne la sofferente magrezza. Ne nasce un’amicizia speciale che conduce Marcellino a realizzare ciò che più desidera: vedere sua madre. Alla sua prima uscita il film commosse tutti e qualche mese dopo si guadagnò il plauso della giuria all’ottavo Festival di Cannes, dove Pablito Calvo ottenne una menzione speciale.

In Italia arrivò a settembre dello stesso anno e la reazione del pubblico fu altrettanto entusiasta.

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel 1955 – Genio dell’informatica, imprenditore creativo, opinion leader, visionario Steve Jobs 

Nel 1965 – l’attore Alessandro Gassmann 

AFORISMA DEL GIORNO

“Tutto scorre, niente sta fermo.” -Eraclito

5 COSE CHE FORSE NON SAI

La Francia è il più grande paese dell’Unione Europea: il suo territorio misura circa 551.000 km².

Si stima che ogni anno in tutto il mondo muoiono circa 420 mila persone a causa del cibo contaminato e una persona su dieci, per la precisione circa 600 milioni si ammalano

Circa 8.000 americani vengono feriti da strumenti musicali ogni anno

Gli orsi polari non bevono acqua. Questi mammiferi hanno bisogno di idratarsi proprio come noi eppure grazie al loro metabolismo sono in grado di estrarre i liquidi dal sangue delle loro prede

Nel 2016 durante lo spostamento di circa 9 kg di marijuana dal Nevada al Montana, due trafficanti hanno chiamato i servizi di emergenza perché avevano fumato tanto ed erano entrati in paranoia

fonti: http://www.mondi.it/; https://curiositadalmondo.it/

https://t.me/Almancco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.