Almanacco – Oggi 30 novembre 2021 si festeggia: Sant’Andrea Apostolo

ACCADDE OGGI

Nel 1982 esce l’album musicale più venduto di sempre: Centoquindicimilioni di copie vendute, di cui un milione soltanto nella prima settimana di vita. Numeri record che hanno fatto di Thriller l’album più venduto della storia della musica e su cui si è iniziato a costruire il mito di MichaelJackson, quale re incontrastato del pop.

Pubblicato dalla Epic il 30 novembre del 1982 e frutto in parte della collaborazione con grandi artisti come Paul McCartney, Toto ed Eddie Van Halen, l’album arrivò dopo il successo di pubblico e critica di Off the Wall del 1979, proponendo 9 brani in cui si alternavano funky, disco e , soul

Dopo la tiepida accoglienza del primo singolo The Girl is Mine, la successiva uscita dell’irresistibile Billie Jean – che lanciò la celebre camminata all’indietro del Moonwalk – fece schizzare in alto le vendite, guadagnando immediatamente la vetta di tutte le principali chart internazionali.

Con i singoli Beat It e Thriller l’album salì sul tetto del mondo, rimanendovi per quasi un anno e figurando in classifica per quasi due anni e mezzo. In termini di riconoscimenti, tutto ciò si tradusse in 8 Grammy Awards (record di vittorie per un album) nel 1984 e in una settantina tra dischi d’oro, platino e diamante tra USA, Europa e Australia.

Una vera rivoluzione destinata a fare scuola (soprattutto per gli effetti speciali) fu prodotta dal video dell’omonimo brano Thriller, un vero e proprio cortometraggio di genere horror, girato dal celebre regista John Landis  Dopo la morte di Jackson nel 2009, l’album riapparve in classifica vendendo oltre 2 milioni di copie.

NATI IN QUESTO GIORNO

Nel 1835 l’autore delle avventure di Tom Sawyer, lo scrittore Mark Twain, nel  1964 il conduttore  Fabio Fazio nel 1951 il musicista  RED CANZIAN

AFORISMA DEL GIORNO

Abbiamo quaranta milioni di ragioni per fallire, ma non una sola scusa.
(Rudyard Kipling)

5 COSE CHE FORSE NON SAI

A Priene, nell’odierna Turchia, è stato ritrovato un salvadanaio di più di 2.000 anni fa. È solo dal Settecento, però, che si è diffuso l’uso di farli a forma di maiale. Molti storici ritengono che tale forma derivi da un gioco di parole: la pygg era un tipo di argilla utilizzata nelle vecchia Inghilterra per fare vasi e piatti, dove le persone custodivano anche il denaro. L’assonanza con la parola “pig” (maiale) spinse i ceramisti inglesi alla produzione di massa di salvadanai-porcellino a partire dal XIX secolo.

La parola “televisione” è stata coniata nel 1900 dallo scienziato russo Constantin Perskyi.

L’Oro secondo una classifica di “Ranked” e secondo altre liste si troverebbe solo al 17esimo posto per materiale più costoso al mondo, anche perché molto soggetto a cambiamenti di prezzo repentini nella finanza.

William Shakespeare è stato un autore estremamente prolifico e molto amato dal grande schermo. Le sue opere sono state trasposte in 360 versioni cinematografiche piuttosto fedeli, e in 63 versioni liberamente ispirate. Senza contare tutti i film indipendenti e le parodie diffuse ovunque.

la “Divina Commedia”, al momento della pubblicazione non recava tale titolo. L’opera dantesca infatti era titolata semplicemente “Commedia”. L’aggettivo fu usato per la prima volta dal poeta Giovanni Boccaccio all’interno del “Trattatello in laude di Dante”

fonti: http://www.mondi.it/almanacco; https://curiositadalmondo.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.