News – Prime sospensioni adottate dall’Asl di Avellino. Cinque i camici bianchi no vax, che si vedranno azzerare lo stipendio fino al prossimo 31 dicembre, fino all’altro giorno lavoravano negli ospedali o negli ambulatori del distretto territoriale. Tra questi figura anche qualche medico di base. Non è escluso che nelle prossime ore potrebbero esserci nuove sospensioni o ricollocazioni in altra mansione. Nel mirino sono finiti circa 50 i medici e i paramedici in servizio negli ospedali finiti sotto la lente della commissione da via Degli Imbimbo. I provvedimenti disciplinari sono stati assunti nella giornata di ieri dalla direzione strategica dell’Asl di Avellino che, seppure con netto ritardo e dopo una verifica durata quasi un mese, ha adottato l’atto di accertamento del decreto legge 44 del 2021, convertito con modificazioni dalla legge 76 del 2021. Tra domenica e lunedì scorsi, una decina di operatori in servizo al Moscati sono tornati sui loro passi facendo la prima dose di vaccino. In bilico, al netto delle 5 sospensioni e dei 10 vaccinati, restano 35 posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.