Biblioteche a cielo aperto: carriole, canoe, libri che sorprendono.

Qualche settimana fa ci siamo imbattuti in un articolo della rivista Andersen, mensile di letteratura e illustrazione per il mondo dell’infanzia. Il titolo dell’articolo era: “Biblioteche a cielo aperto: i libri dove meno te li aspetti”. Si tratta di un’iniziativa della regione Friuli, partita più precisamente dalla provincia di Udine, che dal 18 giugno vedrà coinvolte varie città e piccoli borghi che faranno da scenario ad una serie di appuntamenti che dureranno tutta l’estate. Lo scopo è quello di riscoprire il valore della lettura, spaziando tra luoghi ed esperienze in posti inaspettati per ritrovare i libri fuori dalle solite mura, fuori dagli scaffali, dagli schemi, a cielo aperto, nel quotidiano, ovunque. Lo spazio pubblico si trasforma così in un possibile contenitore di lettura, portando i libri dove meno te li aspetti. Una carriola gialla, questo il mezzo per trasportare libri ma che diventa anche poltrona, secondo l’originale idea di Emanuele Bertossi, illustratore e grafico, che trasforma anche le canoe in librerie per il bookcrossing. “Puoi leggere anche qui” comunica infatti la carriola gialla che compare nei giardini, nelle piazze, lungo le piste ciclabili, nei campi di allenamento sportivo, o negli atelier di artisti. A questi luoghi se ne aggiungono altri, a stretto contatto con la natura: tra canoe e pedalate, si tratta di appuntamenti aperti ad adulti e bambini. Pedalate su lunghe piste ciclabili o viaggi in canoa per scoprire i segreti di fiumi e laghi, per scoprire soprattutto che tutte le strade portano a un libro! Abbiamo sentito dire :“Ma basta, ormai si legge ovunque, questi bambini non ne possono più!” In realtà pensiamo seriamente che la lettura non sia mai abbastanza, che la cultura sia sempre la benvenuta, che i bambini e gli adulti stessi abbiamo bisogno di ricreare quei legami sociali che si sono persi negli ultimi anni e non solo a causa della pandemia, ma a causa del costante attaccamento agli schermi. Il libro quindi, rivalutato come nuovo legame sociale, come strumento di resilienza e come elemento di sorpresa e novità nello spazio urbano. Lupus in fabula ha voglia di riproporre questo ed altri progetti nel nostro territorio, con l’aiuto delle associazioni locali che hanno voglia di dialogare e fare rete. Iniziative simili sono già state promosse dai vari attori culturali della nostra città.

Pensiamo all’iniziativa “In giro con le storie” promossa da Consiglia Aquino della libreria per ragazzi L’angolo delle storie o quella della casetta dei libri, promossa dall’associazione Ebbri di Libri che da circa un anno è a disposizione dei bambini di Avellino. Situata vicino alla libreria Mondadori, la casetta permette ai bambini della città di prendere in prestito un volume con l’impegno di restituirlo dopo un mese. L’iniziativa è completamente gratuita e chiunque ne abbia voglia può regalare un libro da aggiungere alla casetta.

Le cose in città si muovono e il nostro augurio è quello di continuare a promuovere cultura, far nascere idee ed incuriosire gli animi. Per nuove scoperte e condivisioni!

Lupus in Fabula

*Biblioteche a cielo aperto è un progetto realizzato con il finanziamento del Centro per il libro e la lettura attraverso il bando nazionale “Città che legge” e promosso dai Comuni di San Giorgio di Nogaro, Bagnaria Arsa, Cervignano del Friuli e Latisana, in collaborazione con la cooperativa Damatrà onlus.

http://www.ebbridilibri.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.