Kanoute imprescindibile, bene Dossena e Tito, Ciancio sottotono, Maniero sprecone

News – Non è riuscito ad accorciare la distanza dalla capolista l’Avellino di Braglia che non va oltre un misero pari contro un Bari per niente trascedentale.

Di Kanoute il gol del pareggio realizzato per gli irpini che risponde ad Antenucci autore della rete del vantaggio dei biancorossi su un calcio di rigore molto dubbio trasformato verso la fine dei primi quaratacinque minuti.

Coreografia della Curva Sud Avellino – immagine concessa dalla pagina FB Tifoseria Avellinese

Pagelle:

Forte 5,5 –Un po’ in ritardo in occasione del fallo che ha generato il calcio di rigore “generoso” degli ospiti per il resto mai chiamato in causa.

Ciancio 5,5 – D’Errico sulla sua fascia lo mette in netta difficoltà, serata tutt’altro che positiva.

Dossena 6 – Blocca a dovere un signor attaccante come Antenucci, male in occasione dell’azione del calcio di rigore degli ospiti insieme a tutta la linea difensiva.

(43’ st Scognamiglio sv)

Silvestri 6 – Pesa sulla sua prestazione l’errore di lettura insieme al compagno di reparto in occasione dell’azione che ha procurato il penalty del Bari. Troppo distante dal compagno di reparto e linea dei centrali perforata facilmente da un lancio dalla trequarti, come già avvenuto anche a Torre del Greco in occasione del gol annullato ai corallini.

Tito 6 – Dal suo piede nasce l’azione del pareggio dei biancoverdi, nonostante una gara più di contenimento rispetto alle precedenti, è sempre l’uomo squadra dell’Avellino.

(40’ st Mignanelli sv)

Carriero 6 – Contro due dei centrocampisti più forti del girone Botta e D’Errico non sfigura affatto anche se non è ancora il calciatore dello scorso anno.

(23’ st Aloi 6 – utile nella fase cruciale della gara).

Matera 6 – Utilissimo contro a non creare mai l’inferiorità numerica contro il centrocampo più forte della serie C, sicuramente uno dei più in forma dei lupi.

(23’ st De Francesco 6 – Chiamato più a proteggere che a costruire).

D’Angelo 5,5 – gioca in un ruolo non suo ma sciupa due facili palle gol non proprio in giornata di grazia.

(23’ st Micovschi 6 – quando parte palla al piede sembra spaccare tutto meglio rispetto alle gare precedenti).

Kanoute 7 – calciatore imprescindibile uomo faro dell’attacco irpino anche oggi il migliore in campo non solo per il gol realizzato.

Maniero 5 – un attaccante di categoria superiore come lui non può fallire gol del genere . Non è mai stato un finalizzatore affidabile.

Di Gaudio 6 – su di lui sempre minimo due avversari in marcatura ,ma sempre pericoloso quando riceve palla.

All.: Braglia 6  – la squadra è messa bene in campo del resto contro le grandi gli irpini giocano sempre una buona gara, è contro le piccole che nascono i problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.