LibriCALEIDOSCOPIO – KELEIDOSKOP: ARTE CONTEMPORANEA IN GERMANIA, è il titolo del catalogo edito da ATB Consulting, stampato in occasione dell’omonima mostra – curata da ANDREA B. DEL GUERCIO, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano – ospitata fino al 4 dicembre 2021 presso il MUSEO IRPINO di Avellino. Una mostra di respiro internazionale, che sta riscuotendo uno straordinario successo di pubblico proveniente dall’intero territorio regionale, oltre che la viva partecipazione degli istituti scolastici di tutta la provincia. Un traguardo gratificante per MONTOROCONTEMPORANEA, la rassegna diretta da Gerardo Fiore, che ha organizzato l’evento, consolidando una fruttuosa partnership col Museo Irpino, inaugurata nel 2018. 

Presentate per la prima volta in Italia le opere di MAX DIEL, BEN SLEEUWENHOEK, RAINER GROSS, CLAUDIA DESGRANGES, IVO RINGE, RITA ROHLFING, MARIA WALLENSTALL SCHOENBERG.

Scrive Andrea B. Del Guercio nel testo introduttivo del catalogo che accompagna la mostra: ‘Questo progetto editoriale ed espositivo, frutto di un percorso di indagine, si colloca all’interno della mia cultura dell’arte da sempre contrassegnata dall’attenzione alla pluralità delle voci che costantemente, nella storia come nel presente, si intersecano, si combinano sovrapponendosi, obbligando all’analisi, al giudizio e alla scelta. Nello specifico, CALEIDOSCOPIO nasce dalla volontà di andare ad indagare il patrimonio artistico presente in quella vasta area composta dai Paesi di lingua tedesca, avendo inevitabilmente constatato come, pure in una cultura progressivamente sempre più orientata all’europeismo, sussista un basso tasso di circolazione nella cultura artistica. Il nuovo progetto si articola attraverso due sezioni espositive, una monografica e una a carattere collettivo, in grado di allargare e rinnovare ulteriormente quanto in questi anni si è andato realizzando e di cui si è data notizia’.

L’esposizione monografica di MAX DIEL e di BEN SLEEUWENHOEK rappresenta un primo momento di analisi su quanto si svolge all’interno di Berlino, mentre nelle

opere di CLAUDIA DESGRANGES, RAINER GROSS, IVO RINGE, RITA ROLFING, MARIA WALLENSTALL-SCHOENBERG, la forma e il colore rispondono ad una processualità collegata ora a soluzioni di raffreddamento, ora ai contributi caldi delle materie.

La mostra ha ricevuto il Patrocinio di: Provincia di Avellino, Museo Irpino, Ambasciata della Repubblica Federale di Germania, Roma; Consiglio Regionale della Campania, Comune di Montoro (AV). In collaborazione con: Ministero dell’Istruzione – Ufficio scolastico regionale della Campania, Avellino; Coop Culture, Five Gallery, Lugano; Archivio del Contemporaneo Andrea Del Guercio.

Articolo a cura di Eliana Petrizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.