“Caleidoscopio Friburgo” ad Avellino, la collettiva di 22 artisti di diverse nazionalità uniti in un unico progetto espositivo.

Si inaugura oggi 8 ottobre alle 17 la Mostra “Caleidoscopio Friburgo” presso il Complesso Monumentale dell’Ex Carcere Borbonico di Avellino a cura di Andrea B. Del Guercio e la Direzione di Gerardo Fiore.

In occasione della diciottesima Giornata del Contemporaneo organizzata da AMACI si spalancano le porte della collettiva che vede riuniti 22 artisti provenienti da diverse nazioni in una mostra che nasce dalla collaborazione del Museo Irpino e l’Associazione culturale MONTOROCONTEMPORANEA.

Una successione di porte da cui si accede ad una serie di atelier di medie dimensioni, all’interno di un edificio che si sviluppa su due piani e che forse doveva ospitare uffici collegati alla stazione ferroviaria, rappresenta una delle tappe costanti delle mie residenze a Friburgo nell’arco ormai di cinque o sei anni. Trovo molto interessante che la città abbia mantenuto il sostegno agli artisti attraverso la tradizione degli Studi d’Artista, nata già nella fine dell’800 e distribuita in gran parte d’Europa”- dichiara il curatore Andrea b. Del Guercio.

Una realtà culturale che a Friburgo si articola attraverso un gran numero di siti andando a interagire con l’intero tessuto urbano; la presenza diffusa dell’arte, intesa nella dimensione operativa del ‘fare’ e non solo quella dell’esporre – dai Musei alle Gallerie – permette alla stessa popolazione di scoprire e di cogliere il valore di competenze culturali ed estetiche individuali; al valore di questa realtà si collega in maniera evidente e confermare la dimensione ‘caleidoscopica’ del progetto “Kaleidoskop Freiburg.

Gli Artisti: Susanne Allgaier, Petra Blocksdorf, Celia Brown, Alexandra Centmeier, Jan Douma, Carola Faller-Barris, David Gnandt, Anja Kniebühler, Angelina Kuzmanovic, Alfonso Lipardi, Irina Lozinskaja, Julius Martin-Humpert, Birgit Olzhausen, Jürgen Oschwald, Chris Popovic, Almut Quaas, Ludwig Quaas, Rebecca Speth, Gabriela Stellino, Konrad Wallmeier, Jennifer Weigt, Ulrike Weiss.

Esattamente come è avvenuto per la precedente pubblicazione, si intende documentare il lavoro degli artisti invitati colto all’interno degli spazi operativi, frutto di un confronto critico intercorso in maniera diretta, quindi evitando la troppo diffusa mediazione della comunicazione e il web, con ogni singolo autore, condotto attraverso un dialogo che ha permesso una fase di approfondimento.

La documentazione fotografica delle opere negli studi diventa il dato significativo e caratterizzante di questo progetto artistico che intende documentare e suggerire nel ‘lettore’ una visita del luogo ed un incontro con l’opera. Ad ogni artista è stato chiesto, infatti, di agire documentativamente su questa relazione, cioè sulla dimensione operativa del fare arte. Si potranno osservare le diverse soluzioni ambientali, gli strumenti e da questi ai processi che hanno condotto alla realizzazione prima di proporre le opere alla fruizione espositiva.

La Mostra.

La Mostra promossa dalla Provincia di Avellino, è organizzata dal Museo Irpino in collaborazione con MONTOROCONTEMPORANEA, direzione organizzativa di Gerardo Fiore. Patrocini: Provincia di Avellino, Città di Montoro, Console Onorario della Repubblica Federale di Germania a Napoli, Città di Friburgo (D), Museo Irpino, Associazione culturale T66, Friburgo; Associazione culturale ‘Contemporaneamente’. Partner: ART4ART .

Alla serata inaugurale interverranno: -Rizieri BUONOPANE, Presidente Provincia di Avellino -Giovanna SILVESTRI, Coordinatore tecnico scientifico del Museo e della Biblioteca -Girolamo GIAQUINTO, Sindaco Città di Montoro -Andrea B. DEL GUERCIO, curatore -Gerardo FIORE, Direttore MONTOROCONTEMPORANEA .

La Mostra sarà visitabile fino al 30 Novembre 2022 negli orari di apertura al pubblico del Museo (dal martedì al sabato, 9-13, 16-19). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.