Benessere – La celiachia oggi è una patologia molto comune. Infatti, a differenza del passato, dove i prodotti per celiaci erano reperibili solo nelle farmacie, oggi li troviamo ovunque, dai locali ai supermercati, inoltre la varietà di prodotti è talmente ampia che non ci sono alcune difficoltà a reperirne. Essendo diventata oggi, una patologia comune, vediamo insieme allora in cosa consiste.

La celiachia è un disturbo alimentare cronico ed autoimmune che si attiva con l’assunzione di GLUTINE, provocandone una reazione. Questa reazione, però, protratta nel tempo, danneggia le pareti dell’intestino tenue ed i villi impedendo cosi, l’assorbimento di cibi e nutrienti.

Quali sono i sintomi? Questi variano da soggetto a soggetto e non sempre si manifestano, soprattutto negli adulti. Qualora si manifestino però potremo avere:

  • DIARREA
  • GONFIORE ADDOMINALE
  • METEORISMO
  • CRAMPI ADDOMINALI
  • ASTENIA
  • PERDITA DI PESO.

A livello ematico, invece, potremo riscontrare problematiche di anemia dovute al cattivo assorbimento di ferro e vitamine.

Quali sono le cause? La celiachia è una patologia causata da diversi fattori: ambientale, immunologica o genetica. Come già detto, l’elemento scatenante è il glutine che provoca la reazione immunitaria nel paziente geneticamente predisposto.

Come si cura? Rivolgendosi ad un professionista, questi prescriverà gli accertamenti ematici specifici per scoprire la presenza di questa patologia e, una volta riscontrata, ci verrà prescritta la terapia da seguire.

Purtroppo non esistono cure mediche se non quella di seguire un’alimentazione equilibrata sostituendo i carboidrati con prodotti specifici per celiaci.

E’ possibile praticare attività sportiva? Assolutamente si. Infatti, non esiste nessuna controindicazione a praticare alcun tipo di sport, anche a livello agonistico, anzi, il soggetto celiaco che segue una dieta equilibrata può trarne solo vantaggio perché, una corretta alimentazione ci aiuta a tenere attivo e sano il nostro intestino.

Qualcuno si chiederà: ed i carboidrati? Come li sostituiamo? Anche questo non è un problema perché possiamo sostituirli con il riso, il mais, il grano saraceno oppure legumi o frutta ricca di potassio. Per gli spuntini, tipici degli sportivi, potremo sostituirli con delle pratiche barrette energetiche, naturalmente sempre senza glutine.

Come possiamo vedere, bastano piccole attenzioni per poter svolgere una vita regolare, anche a livello sportivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.