Chiesa di San Lorenzo a Serino nella frazione Canale; una visita virtuale alla scoperta delle tele degli artisti Angelo Solimena e Francesco Guarini.

CHE COS’E’

Il viaggio virtuale in irpinia prosegue questa settimana a Serino, per visitare, a Canale, la chiesa di San Lorenzo, che custodisce la tela di Angelo Solimena “il martirio di San Lorenzo” e quella di Francesco Guarini “la deposizione”.

CHIESA DI SAN LORENZO

Della chiesa di San Lorenzo, nella frazione Canale di Serino, non si conosce l’esatto anno di costruzione, ma di essa si fa menzione già nel 1309 in un documento a conferma dell’esistenza del villaggio di Canale, che all’epoca veniva identificato con il nome della sua chiesa; “in casali S. Laurenci est ecclesia S. Laurencii”.

INTERNO

All’interno della chiesa di San Lorenzo, particolare pregio artistico riveste il soffitto in legno perché impreziosito, al centro, dalla tela del celebre pittore serinese Angelo Solimena dal titolo “il martirio di San Lorenzo”, del 1704. Nella tela è chiaro il tentativo dell’artista di dare maggiore risalto alle figure di contorno e potenziare il risalto muscolare dell’uomo di spalle.
Sopra uno degli altari di sinistra, invece, ricordiamo la tela di Francesco Guarini “la deposizione” del XVII secolo.
Proprio nella frazione Canale nacquero il pittore Angelo Solimena e il 4 ottobre 1657 Francesco Solimena, che fino ad oggi rimane, nell‘arte, il più famoso dei suoi figli, nonché il protagonista più alto della pittura del seicento nella valle del Sarno.
Per pura curiosità si aggiunge che proprio in questa chiesa Francesco Solimena ricevette il battesimo l’11 ottobre 1657, come risulta dall‘atto di nascita presente nel libro dei battezzati, che va dall’anno 1636 all’anno 1668, e conservato nella parrocchia.

Se ti è piaciuta questa esperienza virtuale, non puoi farti sfuggire l’occasione di visitare in un click la Cripta del Duomo di Avellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.