Cifosi

Benessere – La cifosi dorsale è la curvatura fisiologica della schiena, presente in tutti noi ma, quando ci troviamo di fronte ad un’accentuazione di questa curvatura, allora possiamo parlare di “ipercifosi dorsale” o “dorso curvo“.

Come sempre, però, quando parliamo di colonna vertebrale è bene fare una distinzione tra dorso curvo patologico (DISMORFISMO) ed il difetto di postura o atteggiamento (PARAMORFISMO). Andiamo a vedere insieme la differenza tra le due patologie.

Come sottolineato sempre, prima di ogni eventuale valutazione, è sempre meglio rivolgersi ad un medico specializzato che, previa visione di una radiografia o, meglio ancora di una risonanza magnetica, controllerà se le vertebre della nostra colonna sono in asse. Nel caso non ci siano problemi e la colonna presenta la sua normale curvatura cifotica, allora possiamo tranquillamente parlare di “atteggiamento ipercifotico”. Questa patologia si può correggere, semplicemente, con regolari sedute di ginnastica posturale e con l’autocorrezione.

Sarà importante infatti, in questo caso, non solo la terapia posturale ma, soprattutto, l’autocorrezione quotidiana. Bisogna essere sempre attenti a come si sta seduti a tavola, a lavoro, a scuola oppure in macchina. Per i ragazzi è molto importante il ruolo di noi genitori poiché dobbiamo correggerli quando notiamo degli atteggiamenti o posture sbagliate. Controlliamo sempre la loro postura a casa, evitiamo di farli studiare in posti e posizioni che possono sembrare comode, ma sono dannosissime (studiare sul letto gravissimo errore), e facciamo capire loro l’importanza della ginnastica posturale, abbinata sempre ad un’attività sportiva a loro scelta.

Cosa succede invece se, da un controllo medico, risulterà alterata questa curvatura, a causa di uno sviluppo errato della colonna? Tecnicamente la prassi è la stessa di quella riguardante l’atteggiamento cifotico in quanto, la fisioterapia e la ginnastica posturale sono la migliore soluzione al problema. Importante la ginnastica posturale, soprattutto per i ragazzi, durante la fase adolescenziale perché, come già detto più volte, è proprio durante questa fase che si forma la nostra colonna vertebrale. Ahinoi, però, a volte non è sufficiente solamente la terapia posturale. Questo succede quando la curvatura della schiena oscillerà tra i 45° ed i 65°. In questo caso saremo costretti ad abbinare dei corsetti specifici mentre, in casi ancora più gravi, sarà necessario un intervento chirurgico.

Come ci si accorge del problema?

E’ molto semplice perché, chi presenta questa patologia avrà, molto spesso, scapole protese in avanti, testa bassa, scarso sviluppo dei muscoli pettorali (IPOTONIA) e lassità legamentosa (quando i nostri tendini non sostengono più la struttura ossea). Questa situazione è normale nei bambini piccoli che hanno un portamento un pò più rilassato ma, tale atteggiamento, dovrà scomparire e migliorare con la crescita e la corretta postura, altrimenti rischia di strutturarsi e non sarà più correggibile volontariamente.

Possiamo aiutarci anche durante la fase del sonno perché, dormire in posizione laterale, con le gambe piegate cioè in posizione “fetale” (la posizione che assumiamo quando siamo nella pancia della mamma), aiuta a mantenere, nella posizione più normale, sia la cifosi che la lordosi.

In conclusione, come abbiamo letto negli articoli precedenti, è di fondamentale importanza la ginnastica posturale e correttiva, sia per i ragazzi che per gli adulti. Monitoriamo sempre i nostri ragazzi e non priviamoli mai dell’attività sportiva, chiedendo magari quale sia la più adatta alle nostre eventuali problematiche.

Tutto questo porterà ad una crescita armoniosa e ad un benessere generale per il nostro corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.