Hi-Tech – Galeotto fu il lockdown. Sì, perché è sotto gli occhi di tutti la passione che in questi ultimi due stranissimi anni di vita, trascorsi tra autocertificazioni, riserve di lievito e chiusure in casa, si è svegliata nei confronti della cucina.

Basta dare un’occhiata a Instagram, diventato in larga parte il social dei provetti chef. O ai tanti profili TikTok o Facebook che snocciolano centinaia di video e tutorial su come cucinare di tutto: dai primi piatti alle particolarità più esotiche, dai dolci fino alla carbonara “scientifica”.

E’ una passione che in Italia c’è sempre stata, inutile negarlo. Ma che in questi anni sta vivendo un boom, dimostrato anche dal successo degli innumerevoli format televisivi che hanno trasformato tantissime persone in veri e propri cultori della gastronomia, in grado di capire e a volte criticare aspramente la cottura del raviolo di caglio al nero di seppia, broccolo verde, vongole veraci e limone, o l’impiattamento del rombo chiodato, conchigliacei e salsa al levistico, la mise en place di una tavola o la marinatura di una bistecca di wagyu. Per non parlare, poi, della strafamossissima location, marchio di fabbrica di Alessandro Borghese.

Il lockdown, inoltre, ci ha regalato tanto tempo per dedicarci in prima persona ai fornelli. Prima per provvedere ai bisogni essenziali della pizza il sabato sera o del pane fatto in casa. Poi a sperimentare quel piatto mangiato a quel matrimonio o nella gita in Val di Chiana.

Ma ogni artista, si sa, ha bisogno dei sui attrezzi per esprimersi al meglio. E la tecnologia non si è tirata indietro. Assecondando i più svariati bisogni. Ecco, dunque, i cinque elettrodomestici che stanno facendo breccia nella nostra cucina e nelle nostre abitudini culinarie.

Friggitrice ad aria: dorato e croccante senza olio

E’ un boom quello delle friggitrici ad aria. In poco tempo hanno conquistato il cuore di tantissimi provetti chef per la praticità e la comodità. Questi elettrodomestici simulano l’immersione del cibo in olio attraverso la circolazione del calore diffuso nella camera di cottura per ottenere un risultato asciutto e croccante senza unto, senza largo uso di grassi e senza produrre cattivi odori. Ne esistono di diverse dimensioni (misurate per litraggio) e possono essere utilizzate per una infinità di cibi, dalle banalissime patatine fritte ai più complessi, come la torta di riso alla parmigiana o gli straccetti di pollo alla mediterranea.

Forni per pizza domestici: un pezzo di Napoli sempre a casa tua

Diciamocelo subito: la pizza fatta in casa non è assolutamente paragonabile a quella mangiata nelle migliori pizzerie napoletane. Ma lo scarso approvvigionamento del bisogno primario del sabato sera, avvenuto durante il lockdown, ha fatto in modo che tanti si avvicinassero al “culto” della pizza: dagli impasti più particolari alla ricerca della cottura perfetta.

E in molti oggi non possono fare a meno dei loro fedelissimi forni per le pizze, pensati appositamente per raggiungere temperature molto elevate in breve tempo, evitando di dissipare il calore una volta aperti, grazie all’uso di una pietra integrata. Ci sono modelli per cuocere una pizza per volta, altri che possono prepararne due in contemporanea e varianti dal design più ricercato.

Barbecue ventilato: un pic-nic sul balcone con profumo ma senza fumo

Durante il lockdown la cosa che è mancata di più è stata l’aria aperta e tutte le esperienze legate alle scampagnate. Insomma, diciamoci la verità, l’astinenza dal profumo di barbecue ha creato disagi notevoli a parecchie persone.

Da un po’ di tempo a questa parte la passione per il barbecue può andare a braccetto anche con il quieto vivere in condominio. Come? Con l’utilizzo dei barbecue ventilati. Il concetto alla base è semplicissimo: evita che i grassi della carne di cottura vadano sul fuoco provocando fumo e forti odori.

Questi barbecue sono realizzati con un sistema di combustione che fa in modo che il calore sia uniforme e ben distribuito. Si utilizza comunque la carbonella ma i fumi di combustione sono sotto controllo. In pratica c’è un contenitore posto nel mezzo del barbecue che contiene carbonella, coperto sopra in modo tale da non far cadere i grassi della carne sulla carbonella ardente. La carbonella viene accesa dalla parte sottostante e tenuta ardente con una ventola elettrica regolabile. Si crea, quindi, un flusso d’aria dal basso verso l’alto che, passando fra la carbonella, diventa calda e si distribuisce nella zona di cottura.

Questo tipo di barbecue è molto maneggevole e comodo da pulire. Occupa poco spazio e quindi può essere anche trasportato per i pic-nic fuori porta.

Macchina per fare il pane: profumo e fragranza a portata di mano

Chi non ha provato a fare il pane durante il lockdown scagli la prima pietra! Ebbene anche in questo caso la tecnologia ha deciso di venirci incontro. Anche passeggiando tra gli scaffali delle catene della grande distribuzione più famose, oggi ci si può imbattere nelle macchine per fare il pane in offerta a cifre irrisorie.

La macchina per fare il pane è un apparecchio completo che permette di preparare pane e dolci lievitati con il minimo sforzo e senza doversi preoccupare di tenere d’occhio gli ingredienti durante le varie fasi della lavorazione. Per utilizzare questo apparecchio basta procurarsi gli ingredienti giusti nelle proporzioni indicate dalla ricetta che si vuole seguire, inserirli nell’apposito contenitore e lasciare che la macchina si occupi di tutto il resto.

Mini serra domestica: un orto nella tua cucina

Rispetto agli altri questo oggetto è ancora poco diffuso. Ma per chi ha il pollice verde e una vocazione al bio, ma vive tra asfalto e cemento, promette di essere una rivoluzione. Almeno per avere basilico, rosmarino, prezzemolo, salvia, menta ecc. sempre fresca e a portata di mano.

Queste mini serre domestiche riescono a creare l’ambiente ideale per far crescere le piantine aromatiche: clima, umidità, luce, tutto è sotto controllo. A prima vista sembra quasi un vaso ma in realtà ha un coperchio trasparente, luci led e un serbatoio d’acqua alla base, che garantiscono il microclima ideale per le piante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.