TENDERE ALL’INFINITO: CONNUBIO TRA PITTURA E FOTOGRAFIA

“Tendere all’infinito” è il connubio tra Pittura e Fotografia in Mostra alla Pinacoteca Provinciale di Salerno dal 14 Maggio al 12 Giugno 2022.

Fra gli eventi di maggio a Salerno proponiamo la Mostra organizzata dall’Associazione Culturale Montoro Contemporanea con la direzione organizzativa di Gerardo Fiore.

La mostra incrocia le ricerche decennali di Franco Sortini nella fotografia d’autore e di Eliana Petrizzi, pittrice di riconosciuto talento, entrambi gli artisti apprezzati in campo internazionale.

A serrare il dialogo fra i due, concettuale e nella scrittura espositiva ci pensa Michelangelo Giovinale, in questa mostra allestita nelle cinque sale della Pinacoteca, di recente oggetto di un pregevole restauro.

La mostra gode del patrocinio della Provincia di Salerno, del Comune di Salerno, del Comune di Montoro, dell’Associazione culturale Contemporaneamente. Partner della mostra la storica casa editrice Gutenberg edizioni.

La Mostra.

Luoghi che sembrano non coincidere con la realtà nelle umide atmosfere di paesaggi rurali e in quell’architettura fotografica dell’urbe, dove il timer del countdown quotidiano, caotico sembra essersi azzerato. Immagini solitarie che emergono sospese, nelle parentesi di un silenzio, in quei luoghi che si mostrano, come davvero sono, con la loro percettiva immanenza.

La Mostra si presenta come un perfetto connubio tra la fotografia di Sortini, che rischiara il fotogramma privandolo d’ombra, verso un biancore ceruleo dell’immagine che risale verso la luce, e la pittura della Petrizzi i cui toni caldi saturano fino al fondo la scala della materia pittorica e generano immancabilmente dal buio.

Immagini che approdano ad una sintesi formale, estrema, ove, quei luoghi attraversati, siano essi dipinti o fotografie, sembrano provenire da un altro mondo, una fuga dal nostro mondo, in una dimensione al di là del mondo, tutte evocano, un profondo senso di spiritualità.

Vi è, poi, per entrambi un’accelerazione dei timbri cromatici, impressa alle rispettive opere e che risulta essere inversamente proporzionale, in una ricerca volta a distinguere, nettamente, la raffigurazione poetica di uno spazio assoluto, distillato dal superfluo. Immagini che approdano ad una sintesi formale, estrema, ove, quei luoghi attraversati, siano essi dipinti o fotografie, sembrano provenire da un altro mondo, una fuga dal nostro mondo, in una dimensione al di là del mondo, tutte evocano, un profondo senso di spiritualità.

14 maggio 2022

Montoro/Contemporanea – Direzione artistica Gerardo Fiore

Eliana Petrizzi Franco Sortini 

Tendere all’infinito

a cura di Michelangelo Giovinale

luogo: Pinacoteca Provinciale Salerno  –  Italy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.