“Guardare con occhi nuovi la realtà che ci circonda, non c’è nulla di meglio della rappresentazione per comprendere a fondo la realtà e liberarci dalle paure”. Così il direttore artistico Umberto Rinaldi presenta il tema della VIII Edizione di Corto e a Capo – Premio Mario Puzo: “Mostri senza pretese”, che si svolgerà dal 23 al 29 agosto 2022 nelle province di Benevento e Avellino.

Giunto alla sua ottava edizione, il festival Corto e a capo/Premio Mario Puzo continua il suo viaggio per portare il cinema dove il cinema solitamente non è di casa, nelle periferie, nelle aree interne, in quelle zone dove spesso il cinema non arriva. Eppure Corto e a capo è un appuntamento importante, di grande respiro con vocazione internazionale. La selezione tra più di 300 opere con più di 30 paesi partecipanti tra cui nazionalità solitamente poco presenti nei festival (Cile, Messico, Pakistan ed altre.). Un viaggio intorno ad un mondo variegato e eterogeneo con la cornice dello schermo che lascia sempre grande emozione, con contenuti complessi e riflessivi, probabilmente figli del biennio di pandemia che abbiamo attraversato. Come sottolinea Umberto Rinaldi, direttore artistico della rassegna, “Inseguiamo il paradosso di rendere il cinema centrale grazie all’attenzione delle zone periferiche e di rendere la periferia centrale grazie alla forza delle immagini e del racconto cinematografico”. Il cinema arriva nei luoghi più insoliti: dalle aie alle piazze, dalle cantine alle terrazze, dai vecchi casali alle arene all’aperto, ogni luogo diventa un posto buono per ospitare cinema, per raccontare storie, per mostrare volti, luoghi e realtà diverse da quelle che si vedono normalmente sugli schermi.

Il tema di questa edizione è MOSTRI SENZA PRETESE, bestialità, ostacoli e misteri della vita di provincia. Lasciandosi guidare da Pasolini, gli organizzatori tornano ad omaggiare nell’anno del centenario dalla sua nascita, il grande maestro. Si cercherà di dar voce a quelle bestialità apparentemente senza pretese che affliggono la vita della provincia e dei paesi.

L’obiettivo di questa edizione è quello di indagare sotto le maschere, le cattive abitudini, le paure, le occasioni mancate e tutte le storture che spesso si nascondono dietro le apparenti buone maniere, la tranquillità e il quieto vivere. “Vogliamo conoscere da vicino i mostri per scoprire che forse non fanno tanto paura e guardare dentro al silenzio e al disinteresse, perché spesso sono loro che dovrebbero spaventarci più di ogni altra cosa”. Scandagliare la vita di provincia spesso caratterizzata dalla presenza di freni e credenze che ne ostacolano la modernità e lo sviluppo.

Il calendario è ricco di eventi ed ospiti d’eccezione come Ken Loach, Ascanio Celestini, Giuliana De Sio. Il Premo Mario Puzo Trofeo alla miglior sceneggiatura che un’apposita giuria assegnerà all’opera che avrà un miglior impianto narrativo e una scrittura di alta qualità. Il premio è un omaggio al grande Mario Puzo, autore e sceneggiatore di opere di successo come Il padrino, Cotton club e Superman. Ci saranno workshops, masterclass, aperitivi cineletterari curati da un’altra bellissima realtà locale: la libreria Naima di San Giorgio del Sannio.

Allora non mancate: occhi aperti e… attenti ai mostri!!!

Per info, iscrizioni, visitare il sito: https://www.cortoeacapo.it/

Lupus in fabula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.