Arte – Dall’antichità al contemporaneo “Restituzioni” è la Mostra in corso presso le Gallerie d’Italia a Napoli dal 21 Maggio al 25 Settembre 2022.

Giunta alla sua XIX Edizione la Mostra “Restituzioni” presenta il risultati dei restauri di 87 nuclei di opere per un totale di oltre 200 manufatti.

“Restituzioni”, il programma biennale di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico nazionale che Intesa Sanpaolo conduce da oltre trent’anni in collaborazione con il Ministero della Cultura, conferma la grande attenzione nei confronti del tema del ‘restauro’ e della ‘salvaguardia’ del patrimonio artistico del Paese.

La Storia.
Nato in Veneto e inizialmente dedicato a quel territorio, il programma Restituzioni e’ cresciuto, raggiungendo un raggio d’azione piu’ ampio. Nell’edizione in corso Intesa Sanpaolo ha voluto dare continuità’ al progetto, rinnovando l’impegno per un comparto in sofferenza, quello del restauro.
Oltre 200 manufatti, selezionati dall’Istituto bancario insieme a 54 enti di tutela (Soprintendenze, Direzioni Regionali Musei e Musei autonomi) e appartenenti a 80 enti proprietari, tra musei pubblici e diocesani, chiese e luoghi di culto, siti archeologici. La curatela scientifica è di Carlo Bertelli, Giorgio Bonsanti e, da questa edizione, Carla Di Francesco.
Una iniziativa volta alla salvaguardia del patrimonio nazionale, che non ha mai modificato la mission iniziale e che si è al contempo rinnovata e ampliata nei decenni, coinvolgendo in questa edizione 80 qualificati laboratori di restauro e decine di conservation scientist impegnati nella diagnostica, in tutta Italia, oltre all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, l’Istituto Centrale per il Restauro di Roma e il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” di Torino.
Le opere selezionate testimoniano la ricchezza dei grandi musei italiani e delle maggiori città d’arte, ma anche l’importanza identitaria per il territorio italiano che si esprime nei centri minori e nei borghi, disegnando una panoramica fedele all’idea di museo diffuso che connota la nostra penisola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.