Benessere – Uno degli infortuni più comuni, forse uno dei più frequenti è la distorsione della caviglia. Quanti di noi si sono imbattuti in questo tipo di infortunio? Soprattutto in chi pratica attività sportiva oppure mettendo semplicemente un piede in fallo. Vediamo di cosa parliamo allora!!!! La distorsione alla caviglia si verifica quando l’articolazione suddetta si piega in maniera eccessiva, coinvolgendo spesso muscoli tendini ed ossa, causando stiramenti o rotture importanti.

 Quali sono le cause? La distorsione può avvenire con un movimento di flessione eccessivo, interno oppure esterno della caviglia, anche se proprio quest’ultimo (esterno) sembra quello più frequente negli infortuni provocando dolore e gonfiore immediati. Il dolore si localizza di solito davanti e sotto il malleolo che sarebbe la sporgenza più bassa dell’osso laterale della gamba, strutture utili, non solo al movimento ma anche a dare stabilità.  

Quali danni provoca una distorsione? L’entità del danno dipende dall’energia che viene esercitata durante la distorsione che può essere causata da una caduta o dalla velocità della corsa, da un atterraggio sbagliato dopo un salto, fino al camminare su di una superficie irregolare. Non dimentichiamo però che, anche il peso corporeo del paziente, soprattutto se obeso, potrebbe concorrere in questo tipo di lesione.

Quali sono i sintomi?

  • In primis il dolore sul punto di torsione, che si acuisce quando si sposta il carico corporeo sulla 

caviglia distorta,

  • Gonfiore,
  • Limitazione nei movimenti,
  • Echimosi o ematomi

Cosa fare? Come sempre, rivolgersi ad un medico che dopo un’accurata visita, prescriverà una radiografia 

per escludere qualsiasi lesione ossea ed eventualmente, un’ecografia oppure una risonanza per escludere 

oppure individuare eventuali lesioni a tessuti, muscoli o legamenti

Come si cura? La terapia base consiste nell’applicare del ghiaccio sulla parte interessata, elevazione 

dell’arto fino all’uso di cavigliere. Nel caso non siano sufficienti queste procedure possono essere prescritte 

terapie fisiche come tecar, laser, ultrasuoni oppure tens fino ai casi più gravi dove necessita l’intervento 

chirurgico. Purtroppo, la distorsione della caviglia è un tipo d’infortunio difficilmente prevedibile ma 

possiamo comunque fare qualcosa come rinforzare le fasce muscolari interessate (polpaccio, estensori 

dell’alluce, estensori delle dita…..) e, soprattutto, perdere peso qualora sia necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.