Giovedì, 12 maggio, ore 10:30-12:30 – Campus di Fisciano (SA), Aula ex Centro Stampa, Edificio D, e da remoto Link: https://bit.ly/3CTtBDq

Incontro seminariale in occasione della pubblicazione del libro di Adriana VALERIO “ERETICHE. Donne che riflettono, osano, resistono”, il Mulino 2022

Dialoga con gli studenti e le studentesse: Adriana VALERIO Università di Napoli “Federico II”.

Interventi: Alfonso TORTORA (DIPSUM-R&I PEERS), Mariano CIARLETTA (DIPSUM)

Saluti: Ornella MALANDRINO Direttrice OGEPO UniSA

Introduce e coordina: Maria Rosaria PELIZZARI (DIPSUM-R&I PEERS)

Il seminario è dedicato alla presentazione di “Eretiche. Donne che riflettono, osano, resistono” (il Mulino 2022) di Adriana Valerio, già docente di Storia del Cristianesimo e delle Chiese all’Università di Napoli “Federico II”. Il libro, un agile volume di 150 pagine, è un excursus diacronico che parte dai primordi del Cristianesimo e ne attraversa la storia fino a oggi, ricostruendo le vicende di donne controcorrente, intelligenti, audaci, coraggiose che osarono porre in discussione i dogmi o sconquassare gli equilibri. Donne straordinarie che, da un secolo all’altro, da un luogo all’altro, venivano considerate avverse all’ortodossia e quindi marchiate, perseguitate, calunniate, castigate come eretiche, talvolta bruciate.

Durante il seminario, la prof.ssa Valerio, ripercorrendo due millenni di storia, insieme alla prof.ssa Pelizzari, al prof. Tortora e al dott. Ciarletta, ‘darà la parola’ a profetesse, mistiche, false sante, streghe, riformatrici, libere pensatrici, che hanno animato il vasto popolo delle ‘eretiche’, che si sono ribellate andando alla ricerca di ‘verità’. La storia delle donne e di genere si intreccerà alla storia della cultura e della mentalità, alla storia visuale e all’antropologia del potere per far emergere figure storiche di donne che hanno provocato scosse inaspettate e scardinato gli equilibri del loro tempo: dalle Montaniste a Margherita Porete, da Giovanna d’Arco a Marta Fiascaris fino alle donne dell’Anticoncilio del 1869 e alle moderniste. Ognuna di loro, a testa alta, aveva scelto di lottare, conoscere, predicare ed esercitare ministeri in nome di una nuova chiesa inclusiva e senza confini. Ma sono state perseguitate e ridotte al silenzio.   

Adriana Valerio, storica e teologa, ha insegnato Storia del Cristianesimo e delle Chiese all’Università di Napoli “Federico II”. È stata presidente dell’Associazione femminile europea per la ricerca teologica e della Fondazione Valerio per la Storia delle donne. Tra le fondatrici del Coordinamento Teologhe Italiane, è attualmente direttrice della collana internazionale “La Bibbia e le donne”. Tra le sue opere: Cristianesimo al femminile (Napoli, 1990); Donna potere e profezia (Napoli, 1995); Madri del Concilio. Ventitré donne al Vaticano II (Roma, 2012). Ha inoltre curato Donne e Bibbia. Storia ed esegesi (Bologna, 2006); Archivio per la Storia delle donne, 7 voll. (Napoli; poi Trapani, 2004-2011); Donne e Bibbia nel Medioevo (con Kari E. Børresen; Trapani 2011); Le ribelli di Dio. Donne e Bibbia tra mito e storia (Feltrinelli 2014).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.