News – Green pass e mascherine, cosa cambia. Da oggi, 1° aprile 2022, non vige più lo stato di emergenza in Italia, è scaduto ieri e dal 28 marzo è finita anche l’era dei “colori” delle Regioni. Tutta la nazione è zona bianca e ora cambiano le regole per quanto riguarda green pass, uso di mascherine e quarantena in caso di contatto con positivi. Ricordiamo che il green pass base è quello che si ottiene anche con un semplice tampone (e ha durata di 72-48 ore a seconda che sia rapido o molecolare), mentre il green pass rafforzato è quello che si ottiene con il ciclo vaccinale completo o con la guarigione dal Covid. Vediamo dunque cosa succede da oggi e diamo un’occhiata anche a cosa, in base al decreto legge 24/2022 in vigore dal 25 marzo, succederà poi da maggio.

Comincia l’allentamento delle misure anti-Covid e la prima conseguenza riguarda l’uso del green pass che non è più necessario per molte attività per le quali fino a ieri era indispensabile, ma è bene sottolineare che è ancora necessario il green pass rafforzato, fino al 30 aprile, per:

  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso, spazi adibiti a spogliatoi e docce. Sono però escluse dall’obbligo di certificazione gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità;
  • convegni e congressi;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, attività che si svolgono al chiuso con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  • feste di ogni tipo, anche quelle conseguenti alle cerimonie civili o religiose;
  • sale da gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • attività che si svolgono in sale da ballo, discoteche e locali assimilati;
  • spettacoli aperti al pubblico e competizioni sportive al chiuso.

Per l’accesso a strutture residenziali socio-assistenziali (RSA), sociosanitarie e hospice l’obbligo di green pass rafforzato è prorogato fino al 31 dicembre 2022.

REGOLE DA OGGI IN BAR, RISTORANTI, NEGOZI, MEZZI PUBBLICI

Non serve più né il green pass rafforzato e nemmeno quello base per accedere a negozi, uffici pubblici, banche e poste, servizi di ristorazione all’aperto, musei. Invece serve solo quello base per entrare in bar e ristoranti al chiuso, usare mezzi pubblici locali e regionali. Sui mezzi pubblici che si spostano da una regione all’altra, invece, fino al 30 aprile, serve il green pass base. Per viaggiare sui mezzi di qualunque tipo serve sempre la mascherina FFP2, necessaria anche per partecipare a eventi in luoghi chiusi, come cinema, teatro ecc, e su funivie, cabinovie, seggiovie coperte per accedere a impianti sciistici. Invece basta la mascherina chirurgica in negozi, centri commerciali e uffici pubblici.

COSA SERVE PER ASSISTERE A EVENTI SPORTIVI.

Per assistere a eventi sportivi all’aperto serve il green pass base e bisogna indossare la mascherina FFP2. Quest’ultima è ovviamente obbligatoria anche nei palazzetti dello sport, dove però serve ancora anche il green pass rafforzato, perché sono luoghi chiusi.

REGOLE DAL 1° APRILE SCUOLA E LAVORO

Sui luoghi di lavoro ora per gli over 50 non vaccinati basta il green pass base e non c’è più il rischio della sospensione dal lavoro e dallo stipendio per chi non si vaccina. Per gli under 50 non cambia niente e dunque serve il green pass base per accedere al luogo di lavoro, altrimenti si rischia una sanzione da 600 a 1500 euro. A scuola, vanno in isolamento e possono seguire le lezioni in Dad solo gli alunni positivi. Con almeno quattro casi di positività tra gli alunni, alla scuola primaria e secondaria le attività proseguono utilizzando mascherine FFP2 per dieci giorni dall’ultimo contatto con uno dei positivi. Appena si avvertono dei sintomi bisogna fare il tampone di controllo, rapido o molecolare. Per tornare a scuola sta di aver effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo. In condizioni normali, quindi senza casi di positività recenti, si deve usare in classe la mascherina chirurgica fino alla fine dell’anno scolastico. Anche a lavoro basta la mascherina chirurgica.

QUARANTENA

Da oggi va in quarantena solo chi è positivo al Covid. Invece per i contatti stretti di un positivo scatta solo l’autosorveglianza per dieci giorni e l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 al chiuso e fare il tampone dopo cinque giorni o quando compaiono sintomi.

CHE COSA SUCCEDE DA MAGGIO IN POI?

A maggio, salvo nuovi interventi da parte del governo, cadranno tutte le principali restrizioni, quindi non si dovranno usare neanche più le mascherine al chiuso e non sarà più richiesto il green pass, tranne che nelle RSA e negli ospedali. Fino al 15 giugno resterà l’obbligo vaccinale per i lavoratori over 50, che altrimenti rischieranno una multa da 100 euro.

COSA SUCCEDERÀ IL PROSSIMO AUTUNNO?

Non si può ancora pensare di essere completamente fuori dalla pandemia, anche se comincia l’allentamento delle misure. Purtroppo il numero di nuovi casi positivi ogni giorno è ancora alto e ci sono ancora molti morti. Quindi bisogna continuare a seguire le regole scrupolosamente ed è molto probabile che alcune di quelle che adesso vengono allentate, poi possano tornare in vigore in autunno. Il governo deciderà a fine estate quali misure occorrerà prendere in autunno, quando ci sarà il rischio di una nuova ondata di Covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.