Benessere – Dolore nella zona lombare? Dolore che si irradia dal gluteo fino alla gamba? Molto spesso la causa di questa problematica è la sciatalgia cioè, l’infiammazione del nervo sciatico (argomento che tratteremo nei prossimi articoli) ma, a volte, la causa di questi dolori potrebbe essere dovuta all’infiammazione del muscolo PIRIFORME.

Questa patologia è poco conosciuta e difficilmente diagnosticata, tanto da essere spesso confusa con la sciatalgia.

Conosciamo meglio questo muscolo allora!!!!

Il muscolo piriforme fa parte della muscolatura esterna dell’anca ed è situato, precisamente, nella parte più profonda di questa, sotto i glutei. E’ un muscolo di forma triangolare che ha origine dall’osso sacro (S2-S4) ed ha la funzione di ruotare esternamente il femore ed abdurlo; per capirci in maniera più semplice, questo muscolo ha il compito di allontanare la gamba dall’asse del corpo. Viene definita una neuropatia da intrappolamento perché il nervo viene compresso tra il muscolo e lo scheletro, provocandone così l’infiammazione.

Quali sono le cause? Come nella maggior parte delle patologie, le cause sono varie. In questo caso, la problematica potrebbe nascere da:

  • Alterazioni congenite del muscolo (malformazioni genetiche),
  • Traumi,
  • Ipertrofia muscolare per eccessivo utilizzo,
  • Esito di iniezioni intramuscolo,
  • Posture errate.

Molto spesso, possiamo trovare la causa di tale problematica nelle attività lavorative, come per gli autisti, che sono costretti a stare per lungo tempo nella stessa posizione oppure, l’infiammazione potrebbe essere causata dall’attività sportiva praticata. Infatti, alcuni sport come il ciclismo, il canottaggio oppure la corsa, possono portare a serie infiammazioni di questo muscolo (non a caso viene definita la “sindrome del maratoneta”).

Come la riconosciamo?

Il sintomo si potrebbe presentare con:

  • Dolore forte al gluteo che si irradia alla gamba (simil-sciatalgia),
  • Intorpidimento e formicolio,
  • Dolore in posizione seduta,
  • Riduzione della mobilità.

Come lo trattiamo?

Naturalmente, uno specialista ci indicherà gli esami da fare, solitamente una radiografia, una risonanza oppure un’elettromiografia per approfondire meglio la problematica. Questo sempre dopo aver effettuato dei test specifici per riconoscere la problematica del piriforme (test di PACE, FAIR, etc…) e consigliare così la giusta terapia.

Solitamente, la sindrome del piriforme è di facile risoluzione grazie alle classiche terapie antinfiammatorie oppure all’utilizzo di miorilassanti. Queste terapie, naturalmente, vanno sempre abbinate a delle sedute di fisioterapia per l’allungamento della muscolatura e la stabilizzazione.

Facciamo sempre attenzione ai messaggi che ci invia il nostro corpo e rivolgiamoci sempre a dei Professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.