Il 5 maggio in Giappone è festa nazionale: si festeggia il giorno dei bambini, il kodomo no hi 子供の日.

In origine era il giorno che segnava l’inizio dell’estate e della stagione delle piogge. La festa è un’occasione per esprimere gratitudine per la crescita in salute dei bambini e di augurio per preservarli dalle malattie e dalle influenze negative. La Festa dei Bambini rientra nel lungo periodo di festività giapponesi chiamato Golden Week, di fatto il più lungo periodo di vacanza dell’anno per i lavoratori giapponesi.

Noi di Lupus in Fabula vogliamo farvi viaggiare nel lontano Giappone raccontandovi una storia fantastica e magica, attraverso un bellissimo albo illustrato ispirato al grande Hokusai (autore della magnifica onda che abbiamo usato anche noi per la nostra locandina).

Il libro La grande onda di Massenot Véronique e Pilorget Bruno, ispirandosi a questa e ad altre stampe del maestro, racconta una storia di adozione, crescita e affetto familiare tra tradizioni orientali adatta a tutti i lettori dai 5 ai 99 anni.

È la storia di Naoki, un bambino arrivato direttamente dal mare, un giorno d’inverno e di vento forte. Appena nato è adottato da Taro e dalla sua sposa. Un’onda gigante lo ha portato sulla sua barca. Passano sette anni, ma Naoki resta piccolo piccolo.

Dovrà ritornare verso l’oceano per diventare grande? La risposta arriverà da un favoloso pesce d’argento che attraverso un viaggio iniziatico lo renderà un bambino sano e libero. Racconteremo questo ed altri albi illustrati per restituire ai bambini il piacere di ascoltare e di viaggiare “restando immobili”. Dopo le storie ci sarà un laboratorio artistico animato dall’artista Dolores Fasulo. Partendo da materiali di risulta, creeremo delle colorate carpe Koi che poi faremo ondeggiare al vento.

La carpa è considerato uno dei pesci più virtuosi per la sua capacità di risalire i torrenti ed è simbolo di tenacia (secondo una leggenda cinese, la carpa che nuota controcorrente si trasforma in drago). Così come le carpe nuotano controcorrente, allo stesso modo i bambini “nuotano” controvento, e costituiscono un augurio affinché crescano tenaci e coraggiosi.

La carpa nera (magoi) simboleggia il padre, la carpa rossa (higoi) rappresenta la madre e l’ultima carpa rappresenta il figlio: per ogni figlio in più, viene aggiunta una carpa di un colore diverso. In molte regioni c’è l’usanza di far passare i ragazzi all’interno delle carpe di carta, dalla bocca alla coda, come gesto portafortuna.

Interverranno al nostro laboratorio anche Francesco Marziale e sua moglie Paola Iannaccone del concept store YaNeSen di Avellino, primo negozio giapponese in Campania, che ci racconteranno la loro esperienza in Giappone dove hanno vissuto per diversi anni. Entrambi laureati in lingue e civiltà orientali presso l’Università L’Orientale di Napoli, Francesco e Paola hanno vissuto a Tokyo, inizialmente come studenti presso una scuola di lingua per stranieri e poi come lavoratori.

Paola ha collaborato con l’istituto italiano di cultura e Francesco ha lavorato come traduttore prima, e nel settore turistico dopo, per una. Di ritorno in Italia, Francesco e Paola hanno deciso di creare questo luogo unico in cui, appena varcata la porta, si è immersi in un’atmosfera magica, lontana, di una poesia unica.

La scelta del nome non è casuale: YaNeSen è una zona di Tokyo molto suggestiva, un luogo dove passeggiare in cui ogni angolo è sempre una scoperta. Strade tranquille, negozietti di oggetti tradizionali ed originali, botteghe artigiane, piccoli templi e santuari che si integrano perfettamente nel contesto urbanistico. Attraverso articoli scelti con cura, importati dal Giappone o ad esso ispirati, Paola e Francesco desiderano ricreare quell’atmosfera e offrire a noi visitatori la possibilità di conoscere una cultura affascinante, dove l’attenzione per i dettagli diventa una vera e propria arte. Camminando tra gli scaffali troviamo prodotti giapponesi autentici: dalle ceramiche in stile tradizionale o contemporaneo importate da diverse zone del Giappone alle Kokeshi (bambole tradizionali giapponesi) originali realizzate da artigiani esperti, articoli ufficiali dei poetici film di animazione del grande Hayao Miyazaki, come “Il mio vicino Totoro” e, ad ornare i muri dello store, coloratissime stoffe per decorare la casa, oggetti tipici della cultura giapponese come : furin (le campanelle del vento portafortuna), maneki neko (il gatto della fortuna), noren (le tradizionali tende giapponesi).E allora se avete voglia di “voyager immobiles” viaggiare immobili, appuntamento da YaNeSen in Corso Vittorio Emanuele II, 90 ad Avellino.

Noi di Lupus in fabula vi aspettiamo domenica 8 maggio alle 11, in villa comunale per ascoltare storie e giocare con l’arte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.