ArteLa Madonna Del Carmine E Lo Scapolare Che Libera Dal Purgatorio
“La Madonna del Carmelo” e’ un’opera pittorica attribuita all’artista Alessandro Bonvicino detto il Moretto e databile al 1522 circa e oggi conservato presso le Gallerie dell’Accademia di Venezia.
Il Dipinto. L’Artista.
Acquistato da Antonio Canova, a Roma presso la famiglia Ottoboni per il suo tempio di Possagno, assieme a un “gonfalone” analogo, sembra che il dipinto provenisse da Pissincana presso Pordenone dove quella famiglia, di origine bresciana, possedeva dei terreni. Alla morte del Canova l’opera passò in eredità al fratello, Vescovo di Minto, il quale mentre tratteneva per Possagno il gonfalone propose all’Accademia il cambio della tela con altri 2 dipinti più adatti ad essere collocati sull’altare del tempio; accolta la proposta nel 1827, furono inviate a Possagno due pale dell’Accademia.
Nato a Brescia intorno al 1498, Alessandro Bonvicino detto il Moretto, fu pittore modesto.
L’arte del M., che non subì grandi mutamenti di stile, è caratterizzata da una ricerca di ampie e nobili forme, pacatamente composte, in cui il colore (di origine veneta, ma modulato su una gamma in tutto originale, di toni grigi e argentini) assume grande valore espressivo.
Lfesta liturgica della Vergine del Monte Carmelo fu istituita per commemorare l’apparizione del 16 luglio 1251 a san Simone Stock, all’epoca priore generale dell’ordine carmelitano, durante la quale la Madonna gli consegnò uno scapolare, in tessuto, rivelandogli i privilegi connessi al suo culto.
Auguri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.