La Pastiera, la regina della tavola di Pasqua!

Ricette – Per noi campani il dolce più importante del periodo pasquale è la pastiera.
E’ realizzata con uova ,grano  uova e ricotta e  secondo la tradizione si comincia a prepararla il giovedì santo per essere mangiata il sabato o la Domenica .
Come tutti i dolci che derivano dalle nostre tradizioni contadine, è noto il legame della ricetta con gli antichi riti pagani per la celebrazione della primavera: il frumento  simboleggiava un augurio di ricchezza e fecondità, mentre le uova la vita che prende forma, i fiori d’arancio ricordano il profumo dei giardini con gli aranci ricolmi di fiori.
Al di là delle leggende fare la pastiera era un momento di condivisione, di incontro. Ricordo ancora quand’ero piccola  le signore di uno stesso condominio che si riunivano  per preparare la pastiera per sé e per regalarla: c’era la signora che si occupava della preparazione della pasta frolla , chi rompeva le uova e chi scioglieva il grano, chi stava solo a chiacchierare e la solita signora del piano di sopra che diceva : “ Signora Maria e voi quante pastiere avete fatto?? Sei??

Ehhhh io ne ho fatte 10! Un gran da fare nelle cucine, pentole ricolme di grano e poi il meraviglioso profumo del fior d’arancio delle prime pastiere che uscivano dal forno.  
Ogni famiglia ha la sua ricetta, unica e segreta e chiaramente la migliore!
Io condivido con voi la ricetta della mia famiglia , quella che realizzo ormai da anni e che piace a tutti.

Ingredienti per la frolla 

Farina 250 gr
Strutto 100 gr o burro
2 uova medie
Zucchero 150 gr
Buccia grattugiata di arancia e limone

La Pastiera  di Pasqua

impastare tutti gli ingredienti e riporre in frigo

Per il ripieno
grano cotto 250gr
latte 50gr
ricotta di mucca 350gr
uova medie 2 intere e 2 tuorli
vaniglia, acqua di fior d’arancio
zucchero 250gr
arancia candita 50gr


Sciogliere il grano con un po’ di latte, sbattere le uova con la metà dello zucchero e la ricotta con l’altra metà.
Unire insieme le due montate e amalgamare con il gramo ormai freddo .
Profumare con l’acqua di fiori d’arancio.
Rivestire una teglia con la pasta frolla , versare il ripieno di grano e ricotta e chiudere con delle strisce di pasta frolla.
Infornare a 150°per circa un’ora. Lasciatela raffreddare e consumatela il giorno dopo .E’ squisita!
Auguri di Buona Pasqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.