Mindfulness : consapevolezza e resilienza. Lupus in Fabula invita tutti al parco per un appuntamento da condividere insieme, domenica 12 e 26 giugno! Altro appuntamento all’insegna del benessere psicologico il 30 giugno in collaborazione con Avionica e lo Zia lidia social club… stay tuned!

LANDeSCAPES – Con il termine mindfulness ci si riferisce a una pratica specifica di meditazione centrata sulla consapevolezza dell’esperienza personale presente. In particolare la mindfulness invita ad osservare con curiosità la propria esperienza, con atteggiamento aperto, curioso e non giudicante.

Si tratta di una parola inglese che vuol dire letteralmente consapevolezza, prestare attenzione, ma in un modo particolare: con intenzione e concentrandosi sul momento presente aumentando la capacità di gestire le emozioni.

I fondamenti di quella che oggi chiamiamo mindfulness sono stati insegnati da Buddha stesso circa 2500 anni fa. La sua diffusione nella cultura occidentale si deve a Jon Kabat-Zinn, biologo e professore alla School of Medicine dell’Università del Massachussets, considerato il padre della mindfulness. È in questo contesto culturale che Jon Kabat-Zinn sviluppa il programma Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) nel 1979, volto a promuovere il rilassamento fisico ed emotivo mediante pratiche di mindfulness al fine di aumentare il benessere dell’individuo, la gestione dello stress e favorire il corretto funzionamento delle risorse naturali di guarigione dell’organismo.

Negli ultimi anni, anche in Europa ci si approccia alla mindfulness con grande attenzione e curiosità, in particolare negli ultimi tre anni scanditi dal lock down, in cui la mindfulness è divenuta un vero e proprio modo di guardare al proprio presente e prenderne consapevolezza. La frenesia delle nostre vite ha avuto un brusco arresto a causa o, oseremo dire, grazie ai diversi lock down che ci hanno permesso di aprirci ad una percezione e ad una pratica nuova del nostro quotidiano. Numerosi studi si stanno svolgendo in campo neuroscientifico per osservare cosa succede nel cervello dei praticanti di meditazione mindfulness. Alcuni studi sembrano descrivere un aumento della rete neurale che sottende alla nostra capacità di prestare attenzione. La pratica di mindfulness favorirebbe quindi uno stato quotidiano di maggiore attenzione e ridotta distraibilità.

Altri studi mostrano come la pratica di mindfulness sviluppi la corteccia prefrontale mediale, consentendo una migliore elaborazione e integrazione di emozioni, pensieri e sensazioni corporee. La maggiore consapevolezza e connessione con le sensazioni corporee consentirebbe inoltre migliori performance cognitive nei processi decisionali, nella regolazione delle emozioni e nello stato psicologico generale.

Tale pratica non si rivolge solo agli adulti ma anche ai bambini. Di solito siamo soliti associare lo stress al mondo degli adulti; ma in realtà esso colpisce molto anche i bambini: pressioni scolastiche, impegni extra, bullismo, iperattività ed altri fattori che provocano comportamenti sregolati e disturbi vari (problemi di attenzione, sbalzi d’umore, ansia, indebolimento del sistema immunitario).

La mindfulness per bambini ci offre tutta una serie di possibilità per migliorare la loro attenzione già da piccolissimi, per esercitare il loro cervello all’empatia, alla calma e alla gestione emotiva. È un ottimo antidoto allo stress infantile.

È una pratica sempre più diffusa in Europa ed anche in Italia ed è entrata in luoghi chiave come la scuola, gli ospedali, è stata introdotta come pratica dal valore e dai benefici scientificamente riconosciuti. La mindfulness può essere insegnata ai bambini per promuovere uno sviluppo sano ed armonico, per aumentare la capacità di percezione del presente ed impegnarsi alla piena realizzazione di sé. Secondo il buddhismo, la consapevolezza è la fonte della felicità e della gioia. Lo scopo della mindfulness non è aggiustare qualcosa di rotto, ma costruire qualcosa di nuovo!

Noi di Lupus in fabula vogliamo condividere con tutti voi questo momento di meditazione ed ascolto delle vostre emozioni. Vi invitiamo quindi a due incontri speciali per condividere emozioni e per aiutare i nostri bambini a sentire, percepire il mondo che ci circonda in maniera diversa e profonda. Letture ad alta voce e Mindfulness al parco per un altro appuntamento da condividere insieme, domenica 12 e 26 giugno! Altro appuntamento all’insegna del benessere psicologico il 30 giugno in collaborazione con Avionica e lo Zia lidia social club… stay tuned!

Lupus in fabula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.