Tour virtuali per l’Irpinia A Grottolella 4 opere dell’artista locale Giovanni Spiniello accolgono i visitatori formando un vero e proprio museo all’aperto.

LE INUTILI GUERRE

Di fronte alla chiesa di Santa Maria delle Grazie è posizionata l’opera “Le inutili Guerre” realizzata dall’artista locale Giovanni Spiniello. Il monumento è dedicato ai caduti della I e II guerra mondiale ed è stato realizzato con la tecnica della plastogettografia patinata bronzo antico.
La figura rappresenta un bambino inserito in un albero stilizzato. Sulle pergamene ci sono i nomi dei caduti. Il bronzo commemorativo contrasta con la figura del bambino e dell’albero corazzando i contorni e diventando uno scudo a protezione del mondo esterno. Un elmo copre la faccia del bambino e l’unica espressione visibile è quella della bocca.

LA STRADA DEL CIELO

La strada del cielo, situata sul lato est del Castello Feudale, è un’altra delle opere dell’artista grottolellese Giovanni Spiniello. L’opera è stata realizzata con la tecnica della plastogettografia patinata in bronzo antico, utilizzando cemento armato e bronzo, e rappresenta una dea irpina che funge da collegamento ascensionale tra terra e cielo. Infatti, al centro dell’opera è presente una fenditura che lascia passare un raggio di sole diretto al cielo, creando in tal modo la strada del cielo.
L’opera rappresenta, altresì, un collegamento tra la storia e il presente ed è una rilettura del legame tra i castelli di Montefredane, Capriglia e Grottolella.

L’ALBERO DELL’AMORE E DEL VENTO

Alle spalle del Castello Macedonio e su una incantevole terrazza naturale, dalla quale è possibile ammirare il panorama circostante, è posizionato “L’albero dell’amore o del vento” dell’artista conterraneo Giovanni Spiniello.
La scultura, patinata verderame, è stata realizzata con la tecnica della plastoggettografia in cemento armato ad alta resistenza.

LA PORTA DELL’ACCOGLIENZA

 La porta dell’accoglienza, situata all’ingresso del paese, è anch’essa realizzata mediante la tecnica della “plastoggettografia”. Sul lato sinistro della struttura sono posti i protagonisti dell’opera: il re e la regina Albero; al centro della porta è stato posizionato un blocco di cemento che contiene in altorilievo lo stemma di Grottolella.
Naturalmente la porta non ha nessuna funzione di difesa o di chiusura, ma accoglie il visitatore presentando il legame di appartenenza con il territorio.

VISITA ANCHE…

Se ti è piaciuta l’esperienza virtuale, visita virtualmente l’intero paese da QUI oppure VISITA direttamente il Castello Macedonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.