News – Niente più Dad per i vaccinati. Nuove disposizioni per il mondo della scuola.Le lezioni saranno sempre in presenza per gli studenti vaccinati.Ridotto da dieci a cinque giorni il ricorso alla Didattica a distanza per gli altri. E per i bambini più piccoli, nelle scuole per l’infanzia, non ci sarà più il ritorno a casa se c’è un positivo, ma solo dai cinque casi in su. Taglio dei tamponi e via libera anche ai test antigenici fai da te.“Sulla scuola – ha detto il ministro della salute Roberto Speranza a Il Corriere della Sera – serve una svolta, semplificare molto e ridurre il più possibile la didattica a distanza, a partire da chi ha completato il ciclo vaccinale. I ragazzi sono il patrimonio più prezioso e bisogna fare ogni sforzo per tenerli in classe”. E’ quanto emerge dalla cabina di regia che ha preceduto il Consiglio dei ministri sulle nuove misure Covid per le quarantene a scuola che dovrebbero partire dal prossimo lunedì. Dunque, a meno che non si presentino di colpi di scena, il Cdm dovrebbe varare le nuove norme che prevedono:

  • per i nidi e le materne – quindi da 0 a 6 anni – la permanenza in classe in presenza, fino al quinto caso di positività, scatta la dad dal quinto in su.
  • per la scuola primaria – da 6 anni a 12- scatta quella che in cabina di regia è stata definita come “divaricazione” con la distinzione tra vaccinati e non. Dal quinto caso in su, infatti, gli studenti vaccinati restano in classe, mentre vanno a casa quelli che non lo sono e che dovranno usufruire della cosidetta dad.
  • nella scuola secondaria – dai 12 anni in poi- le maglie si stringono alla luce del maggior numeri di vaccinati: basteranno infatti due casi in classe per far scattare la dad.

Inoltre, è arrivato l’ok alla quarantena dimezzata da 10 a 5 giorni per gli studenti contatto stretto di un positivo ma non vaccinati. Chi ha completato il ciclo vaccinale o è guarito da meno di 4 mesi non deve invece fare la quarantena. Nessuna quarantena per i contatti stretti vaccinati o per quanti sono guariti entro 120 giorni, mentre per coloro che non sono vaccinati la quarantena si riduce da 10 a 5 giorni, più il tampone. Per chi è vaccinato, invece, è prevista l’autosorveglianza. Le nuove misure, ora al vaglio del Consiglio dei ministri, riguarderebbero tutte le scuole di ogni ordine e grado, dalle elementari in su, ad esclusione, quindi, delle materne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.