Di Gaudio devastante, bene anche Kanoute e Tito, male Rizzo e Di Francesco

Continua la serie positiva dell’Avellino, uscito indenne anche dal difficile campo del barbera di Palermo, contro un avversario ostico galvanizzato anche dal ritorno dei propri ultras sugli spalti.

In svantaggio dopo quattordici minuti, grazie al gol di un liberissimo Lancini lasciato libero di ribadire in rete un calcio d’angolo, gli uomini di Braglia grazie ad una gara gagliarda sono riusciti a conquistare un punto strameritato che sarebbero potuti essere tre se i pali non avessero tappato le ali ai biancoverdi.
Buona nel complesso la gara degli irpini capaci però di raggiungere il pari solo su un rigore dubbio realizzato da Tito e ancora poco fluidi in fase di impostazione eccezion fatta per Di Gaudio.

Pagelle:

Forte 6 –incolpevole sul gol subito da Lancini,si fa trovare pronto su un calcio di punizione deviato da Silipo
Rizzo 5 – poco propositivo e disordinato soprattutto nel secondo tempo quando si fa espellere dopo un fallo da ultimo uomo, annullando così la superiorità numerica
Dossena 6,5
– dalle sue parti sia Fella che Brunori sono innocui
Silvestri 6 – complice una botta alle costole soffre più del dovuto soprattutto in occasione del gol dei locali quando insieme a tutta la linea difensiva legge male la situazione di gioco lasciando Lancini libero di realizzare il gol del vantaggio
Tito 6,5 – sempre vivo e propositivo sulla sua fascia, decisivo nella realizzazione del penalty i suoi cross sempre pericolosi
Aloi 6 – battagliero e coriaceo soprattutto nel primo tempo quando il centrocampo dei rosanero avevano un uomo in più
De Francesco 5,5 – poco lucido rispetto alle altre volte soffre più del dovuto il pressing avversario.
Micovschi 5– leggermente meglio nella ripresa, impalpabile nel primo tempo
Plescia 5 – non solo si divora il gol del pareggio ma è anche macchinoso nel non appoggiare un pallone a Di Gaudio da ribadire solo in rete
Gagliano 6 – costretto a giocare sempre di spalle non si rende mai pericoloso
Di Gaudio 7 – il migliore in campo devastante quando parte palla al piede, calciatore di categoria superiore
Kanoute 6,5 – non si ferma mai, insieme a Di Gaudio crea scompiglio alla difesa dei locali, vicino al gol nel primo tempo con un colpo di testa di poco fuori
Matera 6 – bella la punizione calciata dopo pochi minuti dal suo ingresso buona nel complesso la sua gara
D’Angelo sv
Mignanelli sv
All.: Braglia 6 – buona la reazione dopo il gol subito, contro una buona squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.