Associazioni – Rischio di devoluzione connesso al non adeguamento degli statuti. In questo breve inciso si vuole rendere chiara la questioni degli adeguamenti statutari richiesti dalla normativa del Terzo Settore e scadenze di registro all’Agenzia delle Entrate

La norma transitoria prevede un periodo, arrivato al limite delle proroghe, individuato nel mese di Maggio 2022 per le associazioni già costituite prima della riforma: L. 266/1991 e L. 383/2000 relative alle ODV e alle APS. Con l’entrata in vigore del Codice del Terzo Settore, queste leggi, insieme al d.lgs. 460/1997 che disciplina la materia fiscale per la richiesta ONLUS, verranno man mano abrogate. Nonostante l’abrogazione le associazioni APS ed ODV con qualifica ONLUS perderanno tutti i benefici connessi e le qualifiche continuando ad esistere.

Bisogna fare un chiarimento. Vi sono due filoni al momento. Le associazioni che nel tempo si sono iscritte ai registri regionali e nazionali parte di una vasta famiglia di settore, e quelle associazioni che hanno svolto attività senza iscrizioni ad albi. Le prime sono soggette ad adeguamento più delle altre nella misura in cui con l’attuale operatività del RUNTS (vedi articolo precedente) gli statuti sono soggetti a TRANSMIGRAZIONE verso gli uffici che valutano l’adeguamento con o senza il consenso del rappresentante legale. Cosa vuol dire? Se non ho fatto l’adeguamento cosa accade?

Risposta 1: Senza il dovuto adeguamento entro il maggio 2022 dello statuto (se non già trasferito dalle regioni a partire da Novembre 2021) non è avvenuto, il RUNTS ti inviterà nei prossimi mesi ad adeguare.

Risposta 2: Nel caso in cui hai ricevuto la qualifica ONLUS fiscale e goduti di quei benefici, vi è la devoluzione del Patrimonio incrementato nel periodo di iscrizione all’anagrafe Onlus se non si procede alla iscrizione al RUNTS. Se sono una ONLUS iscritta ai registri regionali o nazionali non dovrò procedere alla iscrizione autonoma bensì solo all’adeguamento.

Posti questi quesiti, ci preme sottolineare che se non si vuole adeguare lo statuto alla nuova normativa, le organizzazioni esistenti potranno essere messe in una condizione di isolamento giuridico. Questi enti rischiano di diventare mere organizzazioni senza utilità.

Il ministero, con la circolare n. 20 del 27/12/2018 ad Oggetto: Codice del Terzo settore. Adeguamenti statutari.

Questa circolare spiega agli enti come comportarsi e che azioni intraprendere in merito alla modifica dello statuto e non dell’atto costitutivo. E’ stato avviato finalmente il processo di Transmigrazione degli statuti che rispettano una serie di scadenze.

PER I REGISTRI REGIONALI E NAZIONALI: DAL 23 NOVEMBRE 2021 GLI ENTI REGIONALI TRASFERISCONO ENTRO IL 21 FEBBRAIO 2022 TUTTI GLI STATUTI. DAL 22 FEBBRAIO FINO AL 20 AGOSTO 2022 EFFETTUARE LE VALUTAZIONI E RELATIVE COMUNICAZIONI.PER I REGISTRI ANAGRAFE ONLUS: DAL 23 NOVEMBRE 2021 L’AGENZIA DELLE ENTRATE PUBBLICA IL REGISTRO DELLE ONLUS. DA QUESTA DATA GLI ENTI DEVONO CONTEGGIARE I GIORNI RIMANENTI, PER EVENUALI ADEGUAMENTI, FINO AL 23 MARZO DEL 2023 CON RISCHIO DI DEVOLUZIONE DEL PATRIMONIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.