Il morbo di Alzheimer non è l’unica patologia neurodegenerativa che si manifesta con un’alterazione della memoria generalmente in età avanzata. Meno conosciuta ma altrettanto invalidante, la malattia del corpo di Lewy – chiamata anche “demenza da corpi di Lewy” – si sta evolvendo inesorabilmente perché ad oggi non è ancora disponibile alcun trattamento.

Salute – “Scoperta negli anni ’60 e poi accuratamente descritta a metà degli anni ’90, la malattia del corpo di Lewy (LMC) è una malattia neurodegenerativa complessa”, descrive l’associazione France Alzheimer. Chiamata in onore del dottor Friederich Heinrich Lewy che è stato il primo a descrivere queste strutture, ha la conseguenza, come il morbo di Alzheimer, di alterare la memoria e le facoltà intellettuali. Infatti, è caratterizzata da depositi anomali di una proteina, l’alfa-sinucleina, e colpisce le aree del cervello responsabili della riflessione e del movimento.
In Italia, quasi 250.000 persone sarebbero state colpite, ma solo il 67% sarebbe stato effettivamente diagnosticato. Perché molto meno conosciuta e con sintomi vicini ad altre malattie degenerative, la malattia del corpo di Lewy è difficile da individuare.
Come distinguerlo dal morbo di Alzheimer?
Oltre al deterioramento cognitivo, diverse manifestazioni cliniche consentono di diagnosticare la malattia. Infatti, a differenza del morbo di Alzheimer, i disturbi cognitivi sono accompagnati da problemi motori. Più leggeri che nel morbo di Parkinson, spesso si manifestano in una certa rigidità, rallentamento motorio o cadute frequenti.
Un altro sintomo specifico sono i cambiamenti cardiaci. I pazienti spesso perdono conoscenza per questo motivo. La scansione cardiaca aiuta il medico a distinguere la malattia del corpo di Lewy dal morbo di Alzheimer.
Possono manifestarsi allucinazioni che sono un segno specifico della malattia del corpo di Lewy. Tuttavia, il paziente è consapevole che ciò che vede o sente non è reale. Inoltre, ci sono sintomi depressivi e disturbi dell’umore.
Quali trattamenti?
Non esiste un trattamento curativo. La gestione è solo sintomatica e ha lo scopo di rallentare la progressione della malattia. I farmaci possono frenare la manifestazione dei sintomi cognitivi, come gli inibitori della colinesterasi. I trattamenti usati per il morbo di Parkinson, come la levodopa, migliorano la deambulazione. E la clozapina a piccole dosi riduce le allucinazioni. I trattamenti con inibitori della ricaptazione della serotonina possono essere indicati in caso di depressione.

Nota: la malattia del corpo di Lewy di solito inizia dopo i 50 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.