News – Super green pass: Il premier Mario Draghi non ha dubbi. Per salvare il Natale bisogna consentire un’accelerata della campagna vaccinale e per difendere la ripresa economica sarà necessario varare il ‘Super Green pass’. Si tratta di un passepartout che, da lunedì prossimo o dal 6 dicembre, eviterà nuove restrizioni e chiusure e permetterà a chi è vaccinato o guarito dal Covid di andare al bar, al ristorante, al cinema, a teatro, in palestra e in piscina, allo stadio e in discoteca, nei parchi tematici e sugli impianti da sci, nei centri commerciali, ai mercatini e fiere, anche in zona arancione o rossa. Le restrizioni dovrebbero scattare da subito, ovvero dalla fascia bianca, condizione in cui si trova in questo momento tutto il territorio italiano. Il Super Green Pass sarà quindi valido al di là del colore delle Regioni. Significa che già in zona bianca per i non vaccinati saranno precluse una serie di attività. Per scaricare la certificazione verde non basterà più il tampone, che però continuerà a essere utilizzato per il Green pass richiesto nei luoghi di lavoro, e per i trasporti a lunga percorrenza, come treni o aerei. A breve dovrebbe riunirsi anche il Cts per portare il Green pass da 12 a 9 mesi: da quanto è emerso il governo è intenzionato già oggi a ridurre la validità della certificazione. La cabina di regia ha affrontato anche il tema dell’estensione dell’obbligo vaccinale per la terza dose ai sanitari e agli operatori delle Rsa, per i quali era già obbligatorio il primo ciclo vaccinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.