News – Svelato caos centri vaccinali. L’Asl scopre solo a novembre (i cittadini già da un po’), che per le terze dosi, nei centri mancavano almeno 60 operatori, che avrebbe potuto rinnovare. Ormai i tagli sono compiuti e si corre ai ripari chiamando l’Esercito.

UNA RISPOSTA CHE NON CI PIACE! La riduzione dei centri vaccinali operativi irpini da 22 a 10, è dovuta a un taglio di personale operato dalla DG dell’ASL di Avellino sulla base dell’andamento delle somministrazioni nel periodo estivo. Trovo assurdo che in piena emergenza e con una campagna vaccinale da incentivare al massimo, si possa operare, oggi (dicembre), sulla base dei dati estivi. (Vincenzo Ciampi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.