TRA ARTE E MUSICA A SAN MICHELE DI SERINO ARRIVA BIG MAMA

Grande attesa questa sera a San Michele di Serino per l’apertura della Festa del Santo Patrono San Michele Arcangelo, in programma il 13 e 14 Agosto.
Il paese si appresta a rivivere le emozioni dei festeggiamenti dopo la lunga pausa obbligata degli ultimi due anni.

Un appuntamento fortemente atteso dal paese che ha sempre dimostrato una particolare dedizione non solo per la festa patronale ma anche per eventi di qualita’, attenti al giusto mix di arte, musica, spettacolo, divertimento.
La particolarita’ di un evento e la sua valenza passano anche attraverso il messaggio che esso contiene e che viene evidenziato attraverso la scelta degli artisti proposti nel programma.
E’ il caso di quest’anno dal momento che il Nuovo Comitato Festa ha voluto lanciare un messaggio sicuramente ‘positivo’ nelle scelte degli artisti e della programmazione.

Musica&Arte.

In programma questa sera il Concerto di BIG MAMA, giovanissima e affermata artista di musica rap che negli ultimi tempi sta ottenendo notevoli successi. A soli 13 anni scopre la sua passione per l’hip hop e muove i primi passi su YouTube facendosi conoscere gia’ a un vasto pubblico di appassionati. Cresciuta a San Michele di Serino, nel 2019 si trasferisce a Milano e qui la sua passione assume i connotati di quella che e’ diventata adesso la “sua professione”.
Ebbene si’, perche’ BIG MAMA considera la musica, il canto e il cantautorato la sua professione. E lo sottolinea in modo serio e deciso quando dichiara che questo lavoro, ‘il suo lavoro’ l’ha profondamente cambiata, riuscendo a darle quel senso di responsabilità’ e di impegno costante che la sta facendo crescere, migliorare e perfezionarsi sempre di piu’.
Il paese di San Michele di Serino, dunque, ancora una volta rompe gli schemi. Lo ha fatto in passato proponendo sempre artisti di un certo calibro e sempre fuori dagli standard. Lo ha fatto con Start, la rassegna di Street Art che ha marchiato il paese con Murales di artisti internazionali che hanno lasciato il proprio messaggio scalfito sui muri e le pareti del paese. Artisti che hanno lasciato ‘la propria impronta’ e le cui opere sono visibili in vari angoli del borgo e che formano un perenne museo a cielo aperto.
Proprio i murales faranno da sfondo allo spettacolo di questa sera che vedra’ salire sul palco in Piazza Umberto I l’artista rapper BIG MAMA a partire dalle ore 22.
Le sue performance hanno molto di artistico, come i video dei suoi brani dove ritroviamo spesso atmosfere da urban art. La sua stessa immagine, ricercata, prorompente, definisce i limiti di una tendenza artistica, richiamandosi all’arte del trasformismo o del costumismo teatrale.

Reduce dall’ultimo Concerto del 1 Maggio a Roma dove si e’ esibita davanti a oltre 300 mila persone che l’hanno accolta e applaudita in delirio, Big Mama con la sua musica forte, diretta, spesso irruente e irriverente, non teme piu’ il giudizio di nessuno e grida al mondo intero la sua sfacciata e beata voglia di accettarsi per quello che si e’, e per come si e’.

Il suo e’ un messaggio fin troppo chiaro e arriva dritto al centro: accettarsi, credere in se stessi, senza la paura del giudizio, senza piu’ nascondersi. “L’ho fatto per troppo tempo – dichiara Marianna Mammone, in arte BIG MAMA- adesso sono stanca!”.
Testimonial della “Body Positivity” Big Mama irrompe con la sua determinazione e sicurezza tanto da rompere gli stereotipi e affermarsi con la sua grinta. E’ un’artista, sa di esserlo e vuole esserlo, chiaro il messaggio: il tatuaggio che ha inciso sul petto recita DEA, non a caso.
La volgarita’ verbale fa parte della necessita’ di parlare del suo passato, quel passato che l’ha portata a chiudersi, a nascondersi, a soffrire per non essere schernita da chi l’ha bullizzata per troppo tempo.
Oggi BIG MAMA grida la sua rabbia ma grida anche la sua rivalsa e incita, con la sua musica e con i suoi testi, a non avere paura, a non nascondersi, a non temere il giudizio degli altri, quel giudizio che puo’ solo ucciderti .
Paura che diventa speranza e speranza che diventa gioia, come in “Cosi’ leggera”.
In sintesi? “Io sono TOO MUCH e TU TACI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.