Ricette – Il 19 marzo festa di San  Giuseppe si festeggia la festa del papà e sulle nostre tavole non possono mancare le famose zeppole
La tradizione della zeppola napoletana pare abbia origini molto antiche.
La prima ricetta ufficiale si trova nel  Trattato di Cucina Teorico-Pratico di Ippolito Cavalcanti nel 1837.

Ma già nel 1700 lo scrittore Wolfgang Goethe racconta di aver passeggiato  per Napoli nel giorno di San Giuseppe patrono di tutti i frittaroli …cioè i venditori di pasta fritta
Perché in realtà la vera zeppola napoletana come dice anche mio suocero Napoletano D.O.C e’ quella fritta ..Infatti anche lui racconta che quand’era piccolo , in occasione della festa di San Giuseppe le donne approntavano davanti agli usci delle case delle pentole nelle quali friggevano dei pezzi di pasta lievitata a forma di ciambella ,e una volta cotti se era possibile si metteva sopra del miele e si vendevano ai passanti.
Le zeppole che mangiamo oggi sono molto piu elaborate e golose.
A Napoli la zeppola fatta con la pasta choux è la regina delle pasticcerie con la sua golosissima corona di crema e le amarene con il sapore succulento fanno da diamanti
Qui in Irpinia sono più famose le zeppole di pasta fritta ,a forma di ciambella e ricoperte di abbondante zucchero semolato e cannella, molti aggiungono le patate nell’’impasto che le rende più soffici.
Io le adoro entrambe e per domani ho gia pronto un bellissimo vassoio di zeppole sia fritte che al forno!
A voi regalo la mia ricetta preferita!

Ricetta della zeppola choux al forno:

250gr di farina
250gr di acqua
6gr di sale
230 gr di burro
6-7 uova secondo la grandezza.
In un pentolino mettere l’acqua e il burro a pezzetti ,appena il burro è completamente sciolto aggiungere tutta la farina e girare fino a che il pastello non si staccherà dal pentolino .

Mettere il polentino in un’ impastatrice e cominciare a far girare l’impasto per farlo raffreddare un pochino, aggiungere le uova un po’ per volta.
Alla fine l’impasto deve avere la consistenza di una crema pasticcera soda.
Con una sac a poche e una bocchetta rigata fare dei cerchi su una teglia e infornare a 220 gradi per circa 20 minuti senza aprire lo sportello , solo quando le zeppole saranno ben colorite aprire lo sportello a fessura per far uscire il vapore.
Attendere che si raffreddino e farcire con la crema!
Auguri a tutti i Giuseppe e a tutti i papà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.